Aggiornato alle: 20:13 di Mercoledi 12 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Veroli – Una corona per Aonio Paleario a 450 anni dalla morte dell’illustre umanista e riformatore

 ULTIME NOTIZIE
Veroli – Una corona per Aonio Paleario a 450 anni dalla morte dell’illustre umanista e riformatore
03 Luglio
13:00 2020

 

 

 

 

Depositata una corona in memoria di Aonio Paleario sull’omonima strada vicino a piazza San Leucio dove è collocata una lapide a ricordo.

Con una cerimonia sobria ma sentita, il Sindaco con altri rappresentanti istituzionali del Comune di Veroli, questa mattina in occasione del 450 anniversario della morte, hanno ricordato l’umanista e riformatore, uno dei più noti rappresentanti dell’evangelismo italiano, Antonio Paleario, nato nella città ernica nel 1503. A Veroli iniziò gli studi umanistici dal notaio e grammatico Giovanni Martello, per poi proseguirli a Roma nel 1520-29 sotto l’egida del cardinale Ennio Filonardi e in contatto con gli ambienti più colti dell’Urbe.

Intensi furono gli studi umanistici del Paleario, come i rapporti con i riformatori europei tanto da dedicarsi allo studio della filosofia e dei testi di Erasmo da Rotterdam, Melantone e Lutero, da cui deriva la stesura di uno dei suoi scritti più famosi: il De animorum immortalitate. Negli anni ’40 del secolo XVI, l’assonanza delle sue idee con quelle dei riformatori europei iniziarono a causargli le prime accuse di eresia, cui sfuggì grazie ad autorevoli amicizie negli ambienti ecclesiastici.

Nel 1567 lo colse, però, una nuova accusa di eresia di fronte all’inquisitore di Milano a causa dei suoi scritti favorevoli alle idee riformatrici. Nello stesso anno il tribunale romano del S. Uffizio avocò il giudizio, che si svolse fra interrogatori, termini a difesa rifiutati dall’imputato, dichiarazioni di sottomissione e ritrattazione delle medesime, per sfociare infine nella condanna a morte, eseguita il 3 luglio 1570.

<Per questa ricorrenza – dicono il sindaco Simone Cretaro e la consigliera alla Cultura Francesca Cerquozzi – avevamo pensato di coinvolgere le scuole, in particolare il liceo Sulpicio, per approfondire l’umanista Antonio Paleario. I noti fatti della pandemia non hanno consentito di poter organizzare la giornata di studio che, insieme ad altre iniziative, si cercherà di realizzare nel prossimo autunno. La commemorazione di stamani è stata comunque importante per dare memoria alla storia ed ai personaggi di Veroli>.

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE