Valcomino – Differenziata, arrivano le nuove isole ecologiche | TG24.info
Aggiornato alle: 09:00 di Venerdi 17 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Valcomino – Differenziata, arrivano le nuove isole ecologiche

 ULTIME NOTIZIE
Valcomino – Differenziata, arrivano le nuove isole ecologiche
02 Gennaio
21:01 2018

 

 

 

 

Migliorare la raccolta differenziata ottenendo anche un notevole risparmio economico? Si può fare, grazie al senso civico e ai 48 mila e 966,90 euro finanziati dalla Provincia di Frosinone per le nuove isole ecologiche nei paesi appartenenti all’Unione dei Comuni Valle di Comino, ovvero Alvito, San Donato, Vicalvi, Settefrati e Gallinaro.

Ad Alvito, capofila dell’Unione, verrà abbattuta l’attuale isola ridotta ad una vera e propria discarica da tempo, ad uso e consumo di tutti per poi realizzarne una nuova. Le nove isole ecologiche hanno come scopo principale quello di creare postazioni di immissione di frazioni organiche quali il vetro, la plastica, la carta, l’umido e l’indifferenziata per i non residenti, non sempre raggiungibili dal servizio “porta a porta” e per i commercianti ed esercenti. “In ogni Comune sarà allestito un monoblocco – sottolinea il sindaco di Alvito Duilio Martini – con feritoie per il corretto cestinamento dei rifiuti, dotato, peraltro, di un sistema di videosorveglianza, al fine di evitare un abuso nell’utilizzo dell’isola ecologica che non vuole essere un punto di raccolta per tutti, in quanto il ‘porta a porta’ provvede già al recupero domiciliare. Dopo questo importante passo, il Comune di Alvito, capofila dell’Unione, ha partecipato al bando regionale che prevede la realizzazione di compostiere di comunità, ideate per trasformare la componente umida del rifiuto in un’opportunità in grado di produrre il compost, rendendolo un fertilizzante agricolo e ottenendo così un significativo risparmio economico dal conseguente mancato conferimento alla Saf Spa. Tutto ciò, con l’arrivo del nuovo anno – conclude Martini – potrebbe dare l’avvio alla riduzione della Tari per i singoli cittadini dell’Unione dei Comuni. In sostanza, si sta cercando di migliorare la filiera della raccolta differenziata con il preciso scopo di raggiungere a breve la soglia del 60%, imposta anche alla Regione. Un obiettivo prefissato e raggiungibile attraverso la necessaria collaborazione di tutti i cittadini“.

Caterina Paglia

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS