Aggiornato alle: 23:33 di Martedi 31 Marzo 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

ULTIM’ORA Santopadre – Coronavirus, preoccupazione per un giovane tornato dal nord

 ULTIME NOTIZIE
ULTIM’ORA Santopadre – Coronavirus, preoccupazione per un giovane tornato dal nord
24 Febbraio
18:58 2020

 

 

 

La comunità del paese di Santopadre è sbigottita e preoccupata: un’esternazione condivisa su facebook, nel primo pomeriggio di oggi, è la causa della paura che sta montando in queste ultime ore. Il post pubblicato da un giovane del luogo che, come lui stesso afferma, nell’ultima settimana si è trattenuto nelle regioni del Nord interessate dal focolaio di diffusione del Covid-19, il nuovo coronavirus, ha messo in allerta i residenti.

Il ragazzo scrive di esser tornato ieri dalle zone di maggiore contagio ed aggiunge 《Premesso che sto alla grande e, conoscendo la situazione che c’e in giro, ho deciso di telefonare per fare un tampone, sia per me ma soprattutto per la sicurezza della mia famiglia. Vi comunico che chiamando il famoso numero 1500 è praticamente impossibile parlare con qualcuno in quanto il numero risulta occupato o va in segreteria. Chiamando invece il 118 dal centralino ti trasferiscono ad un dottore della ASL locale: dopo avergli spiEgato tutta la situazione, mi dice che se non ho alcun sintomo sto benissimo e che non ho bisogno di fare il tampone. Detto ciò, io mi sento bene e spero di continuare a stare bene, ma dalla conversazione che ho avuto con questo ultimo dottore mi è sembrato di capire che, anche se stessi male… prendi un oki e vai a dormire》.

Il giovane riferisce di aver avuto premura, nell’interesse della salute pubblica, a contattare i numeri indicati per fare gli accertamenti diagnostici di prevenzione ma, sembrerebbe, sia stato scoraggiato da un operatore sanitario: il tampone è inutile perchè non ha sintomatologia?

Immediata la risposta sui social e la preoccupazione espressa, in particolar modo dalle famiglie: uno dei genitori del giovane lavora presso una scuola elementare. Se il ragazzo avesse contratto il virus cinese, ancora in incubazione, la pandemia sarebbe inevitabile.
Sara Pacitto

SOCIAL
LE PIU' LETTE