ULTIM’ORA – La Camera dei Deputati da fiducia “assoluta” al governo Conte | TG24.info
Aggiornato alle: 20:30 di Giovedi 4 Marzo 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

ULTIM’ORA – La Camera dei Deputati da fiducia “assoluta” al governo Conte

 ULTIME NOTIZIE
ULTIM’ORA – La Camera dei Deputati da fiducia “assoluta” al governo Conte
18 Gennaio
21:40 2021

 

 

 

Con 321 voti a favore, 259 contrari e 27 astenuti, il governo Conte ha ottenuto questa sera la fiducia alla Camera dei Deputati. La votazione è stata palese per appello nominale: ciascun deputato ha sfilato davanti al banco della presidenza e ha dichiarato il suo voto ad alta voce. Conte, che dopo le comunicazioni della mattinata, aveva replicato ai vari gruppi parlamentari nel pomeriggio dopo le ore 17 ha lasciato l’aula della Camera non appena ha avuto inizio la votazione.

La maggioranza assoluta alla Camera era fissata a 315, un voto in meno rispetto ai 316 normalmente richiesti. A far abbassare il quorum sono state le dimissioni di Pier Carlo Padoan che ha lasciato il Parlamento il 4 novembre scorso per assumere l’incarico nel board di Unicredit e non è stato ancora sostituito a Montecitorio.
I voti per la fiducia sono stati 321 con l’appoggio pieno del PD, Movimento5Stelle e Leu, ai quali si è aggiunto l’appoggio di alcuni “volenterosi” ai quali aveva fatto appello lo stesso Conte durante il dibattito.

“Il mio è un appello molto chiaro e nitido: c’è un progetto politico ben preciso e articolato che mira a rendere il Paese più moderno e a completare tante riforme e interventi già messi in cantiere – ha detto Conte durante la replica nell’Aula di Montecitorio – Non bisogna avere timori o timidezze quando si ragiona con uno sguardo chiaro e prospettiva certa. Ho invocato anche la coscienza dei singoli parlamentari nel mio intervento, chi si riconosce in questo progetto può dare un contributo di idee. Il mio è un appello trasparente e chiaro, che propongo nella sede più istituzionale e rappresentativa – il Parlamento – per costruire insieme il futuro. Oggi abbiamo una società che rischia di uscire da questa pandemia con forti diseguaglianze di genere, territoriali e generazionali. Avremo ancora la possibilità di interloquire – ha aggiunto il premier – quando raccoglieremo le vostre indicazioni, insieme a quelle delle parti sociali, poi elaboreremo la versione finale del Recovery Plan e ritorneremo qui in Parlamento”.

Alessandro Andrelli

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com