Aggiornato alle: 10:00 di Sabato 6 Giugno 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Strangolagalli – Primo pellegrino dell’anno sulla via Francigena del Sud

 ULTIME NOTIZIE
Strangolagalli – Primo pellegrino dell’anno sulla via Francigena del Sud
07 Febbraio
18:02 2019

 

 

 

Il punto 113 della via Francigena del Sud si conferma luogo internazionale di incontro e ristoro per tanti pellegrini.

La cicloviaggiatrice francese Coline ha trovato, nei giorni scorsi, una confortevole accoglienza al punto 113 della via Francigena del Sud, ospite di Enzo Cinelli, poliziotto per scelta di vita dall’aprile del 1987 e dall’estate del 2011 ospitaliere e custode dei pellegrini in viaggio verso la Terra Santa. <Coline è partita da Citta del Messico nel marzo 2017 –ha raccontato Cinelli- Ascoltare i racconti dei circa 21.485 km della giovane parigina nel suo interminabile viaggio, lungo 22 mesi, su due ruote a trazione umana, nei 21 Paesi attraversati (tra America, Asia, Turchia, Grecia, Albania e ora Italia) è stata un’emozione continua. E’ lei la prima viaggiatrice di questo 2019 che si preannuncia foriero di tanti pellegrini e viandanti lungo la Francigena del Sud. Nelle prossime settimane sarò impegnato, insieme ad altri quattro grintosi amici ciclisti a mappare con gli adesivi del ‘pesciolino rosso’ i circa 180 km del tracciato piazza San Pietro (Roma) – Città Martire. Non da ultimo, nel mese di aprile ripuliremo il sentiero pedemontano di circa 600 metri in contrada Brecceto a Veroli>. Coline prima di lasciare il punto 113 ha salutato Enzo, sua moglie, la figlia Lorena e i tre nipoti Valeria, Chiara e Loreto. ‘Sei una miniera d’oro per i viaggiatori’, il messaggio lasciato sul libro degli ospiti.

 

SOCIAL
LE PIU' LETTE