Aggiornato alle: 22:45 di Lunedi 16 Settembre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Volley – Al via la stagione dell’ASD Olimpia Sora, intervista a coach Pugliesi

 ULTIME NOTIZIE
Volley – Al via la stagione dell’ASD Olimpia Sora, intervista a coach Pugliesi
24 Agosto
10:30 2019
Correva l’anno 1989 quando per la prima volta il Prof. Pugliesi Pietro, allora docente di Educazione Fisica presso la Scuola Media “G. Rosati”, ed ancora oggi Presidente, decideva di dare vita alla Libertas Olimpia Sora, spinto dalla smoderata passione per questo sport e dall’idea di creare a Sora un importante centro di condivisione sportiva per tanti adolescenti della città.

Corre l’anno 2019, di tempo ne è passato, diverse generazioni si sono alternate all’interno della storica palestra sorana di Via Giornale D’Italia, ma l’idea è sempre la stessa: giocare a pallavolo, praticare lo sport più affascinante del mondo, sentendosi parte di una grande famiglia>>.
Ebbene sì, quest’anno il sodalizio vosco entra ufficialmente nel suo 30^anno di attività sportiva dilettantistica. E lo fa da grande protagonista, perché la stagione che sta per iniziare sancisce il ritorno in Serie D Femminile per le ragazze di coach Gianpiero Pugliesi. Ed è proprio con lui che, oggi, scambiamo qualche chiacchiera.

Coach, si ritorna dunque a calcare i campi della Serie D Femminile dopo ben 19 anni dall’ultima volta. Quali sono le sensazioni?

Mi sento carico. Ci serviva un cambio di passo dopo le ultime stagioni, in cui abbiamo raggiunto una serie di risultati ed una continuità a livello giovanile impressionante. Ora, però, è arrivato il momento di non accontentarsi e di provare ad alzare ulteriormente l’asticella, ed ecco perché abbiamo colto al volo la possibilità che ci si è presentata davanti. Adesso dobbiamo sfruttare questa opportunità al meglio: lavorare duro nel pre-campionato, sul piano fisico e tecnico, e non per ultimo su quello mentale, per cercare di adattarsi in fretta a un campionato sempre molto impegnativo come la Serie D.

Ci spiega come e da dove è arrivata la possibilità di prendere parte a questo campionato, così prestigioso per tutta la società?

I brillanti risultati giovanili, che ci permettono ormai da diversi anni di essere nella top 5 dei settori giovanili del Lazio, ci hanno portato ad ottenere la cosiddetta “wild-card” per partecipare al campionato in oggetto; la sola limitazione riguarderà la fascia di età delle ragazze, che non potrà essere superiore ai 18 anni. Ma questo non è un problema, tutt’altro. E’ stata una scelta personalmente molto difficile, e proprio per questo ponderata sotto tutti i punti di vista: abbiamo studiato la fattibilità economica del progetto, ponderato ogni singolo aspetto di questa eventualità ma, alla fine, ciò che mi ha davvero convinto sono state le ragazze: in loro ho visto l’entusiasmo giusto per iniziare questa nuova avventura.

Qual è il punto di forza della squadra, e dove invece crede che bisognerà lavorare maggiormente?

Credo che abbiamo una batteria di attaccanti e, in generale, una fase offensiva probabilmente non seconda a nessuno nella categoria, nonostante la giovanissima età delle ragazze. Questa è un’ottima base per un gruppo “Under” ma che, da sola, non porta da nessuna parte, se non a fare bella figura durante il pre-partita. Quello che ha fatto la differenza nel campionato di Serie D Femminile, degli ultimi anni, dal mio punto di vista, è sostanzialmente la fase break: dobbiamo sviluppare una mentalità difensiva di squadra a cui di fatto non siamo abituati, e che sarà il punto cardine su cui lavorare in tutta la prima fase della stagione.
Ci tengo ad ogni modo a sottolineare che non creeremo alcun roster prestabilito, seppur partendo comunque da una base importante, ma che tutte le ragazze del nostro settore, qualora raggiungano importanti risultati comportamentali e/o tecnici, avranno la possibilità di entrare a far parte del gruppo squadra domenica dopo domenica, guadagnandosi pian piano convocazioni e, magari, ritagliandosi un ruolo importante durante il campionato.

La Serie D Femminile sarà solo il fiore all’occhiello del grande settore giovanile che, invece, da anni portate avanti con successo. Sono previste novità anche in tale ambito?

Abbiamo investito molto negli ultimi anni per dare ai nostri atleti tutti gli strumenti necessari per praticare al meglio questo meraviglioso sport, tra l’altro in notevole crescita su scala nazionale sia a livello di risultati sportivi, sia come numero di iscritti in ambito giovanile. Noi cerchiamo di guardare sempre avanti: gli importanti accordi di sponsorizzazione stipulati per la prossima stagione agonistica ci consentono di avere un budget di primo piano per dotare i nostri atleti, dai piccoli del minivolley al gruppo della prima squadra, delle attrezzature e dei materiali di allenamento migliori possibili. Dobbiamo e vogliamo fare il meglio per ogni singolo componente della nostra numerosa famiglia sportiva.

Mancano poco più di 15 giorni all’inizio della nuova stagione agonistica. Si sente di fare qualche pronostico o previsione di risultati?

La previsione è il grandissimo impegno che, come ogni anno, sarà massimo da parte mia e del nostro staff per far sì che l’Olimpia, ancora una volta, possa fare la voce grossa in provincia e, perché no, migliorare anche a livello regionale. Abbiamo un gruppo di Under 18 Femminile probabilmente tra i migliori di sempre, che quest’anno può e deve ambire a palcoscenici importanti. Soprattutto, dovrà essere da esempio per le ragazze più piccole, che da loro dovranno acquisire comportamenti, tecniche, spirito di squadra. Questo vuol dire fare “società”.

Le attività della società Olimpia Volley Sora riprenderanno ufficialmente Lunedì 9 Settembre presso la Palestra “G. Rosati”. Nella prima settimana le porte saranno aperte a tutti i bambini e ragazzi, dai 5 ai 18 anni, anche e soprattutto alla prima esperienza, che vorranno effettuare degli allenamenti di prova agli ordini dei coach federali del sodalizio sorano. Per i “vecchi” iscritti, invece, l’attesa è finita: si torna finalmente a casa!

(fonte: Comunicato Stampa)

Tags

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE