Aggiornato alle: 11:00 di Lunedi 21 Ottobre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Salernitana vs Frosinone, conferenza Nesta: “Agonismo e determinazione. Ci mancano risultati!”

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Salernitana vs Frosinone, conferenza Nesta: “Agonismo e determinazione. Ci mancano risultati!”
05 Ottobre
12:44 2019
(di Alessandro Andrelli) Vigilia di campionato per il tecnico del Frosinone, Alessandro Nesta. Gara delicata, quella che si giocherà domani a Salerno contro la Salernitana. Ecco le sue dichiarazioni:

La differenza domani la farà il centrocampo?
“Non credo che solo quel reparto possa decidere una partita. Tutti devono fare meglio, non è solo questione di centrocampo, perché se non si fa gol è inutile palleggiare così come se lo prendiamo e andiamo sotto diventa difficile. Domani giochiamo contro una buona squadra allenata da un allenatore forte in un ambiente sicuramente caldo e questo lo sappiamo tutti. La partita vivrà diverse fasi, ci saranno momenti in cui subiremo ma poi arriveranno anche quelli in cui saremo noi a dover spingere e in quel caso dovremo dimostrarci essere una squadra matura che metterà in campo un agonismo importante in uno stadio importante. Non saranno uno o  due giocatori a dover decidere la partita. I0 però parto dall’agonismo e dalla voglia di raggiungere un risultato importante”.
Sarà una partita molto agonistica che tattica?
Ci sarà l’una e l’altra. Giocano il calcio di Ventura, che non è mai improvvisato. Ci sarà tattica sicuramente, ma le partite senza agonismo non si possono giocare. Vincere i duelli che ci saranno sarà fondamentale, specialmente in B”.
Come ci arriva il Frosinone a questa partita?
“Anche loro hanno i loro dubbi, in primis noi abbiamo l’incognita di Maiello. Ma non abbiamo alibi. Rohden deve giocare e tanto. E’ pronto per giocare ma deve prendere la giusta condizionale”.
Come vede  Matarese in questo momento?
Arriverà anche il suo momento. Sa bene Matarese cosa voglio da lui, cosa sa fare e cosa può fare. E’ giovane e sa che cosa deve migliorare. Sono sicuro se verrà utilizzato”
Cosa preoccupa in questo momento?
Senza dubbio risultati perché sono consapevole che non sono i risultati che ci aspettavamo e che ci sono stati chiesti. Sono io il primo responsabile. In diverse partite siamo stati sfortunati ma allo stesso tempo ci è mancato qualcosina per vincerla, un pizzico di agonismo in più. Senza quel qualcosa in più non riusciremo a portare vittorie in casa. Quello che abbiamo fatto finora non è sufficiente”.
Gara decisiva quella di Salerno. C’è senso di responsabilità?
“Tutti sentiamo la responsabilità perché quando non arrivano i risultati c’è malumore. Il calcio non è diverso a Frosinone rispetto a tutta Italia. Siamo tutti in discussione, giocatori e allenatore, ma non dobbiamo perdere la lucidità e la testa. Stiamo nel calcio da quando siamo nati, sappiamo come funziona. Noi facciamo il nostro e non dobbiamo perdere lucidità. Siamo da sempre nel calcio ed è così che funziona questo sport”.
Cambiamento tattico?
“A Perugia siamo passati al 3-5-2 perché non avendo il palleggio soffrivamo molto la loro ampiezza, perché non è stata la giusta giornata. Non do la formazione, questo lo ripeto. Avevamo a Perugia giocatori senza cambi, questo non sempre si può fare. A volte si pensa la soluzione migliore, ma non sempre è così”.
In cosa ha inciso Ventura a Salerno?
“L’idea di calcio di Ventura si vede, ha convinto i giocatori che la sua idea è quella giusta, i risultati poi lo hanno aiutato. Ha avuto delle difficoltà ma Ventura è un grande allenatore, di riferimento per tanti allenatori. Non è stato fortunato in Nazionale, ma tutti sanno che è un ottimo allenatore”.
Firmerebbe per un pareggio?
“Tutte le partite vanno giocate per vincere, non sono discorsi da fare e non interpreto mai il calcio così”.
Alessandro Andrelli

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE