Serie B – Monza, mistero tamponi: indaga addirittura l’antimafia | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 18:36 di Mercoledi 27 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Monza, mistero tamponi: indaga addirittura l’antimafia

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Monza, mistero tamponi: indaga addirittura l’antimafia
24 Novembre
13:19 2020
Possibili guai in vista per il Monza di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani.

Secondo La Gazzetta dello Sport domenica gli investigatori si sarebbero presentati nella sede del club brianzolo per acquisire la documentazione relativa ai tamponi rapidi cui vengono sottoposti i giocatori biancorossi. Gli inquirenti sospettano che ci sia l’ombra della criminalità organizzata dietro i test di varie squadre del campionato di Serie B, dunque non solo il Monza. Al centro delle indagini c’è una società che in passato operava nel campo dei rifiuti e delle energie rinnovabili, estendendo il suo raggio d’azione ai dispositivi di protezione individuale e ai test antigenici, in quest’ultimo caso apparentemente in modo illegale.

Nel frattempo si cerca di far luce non solo sulla provenienza dei tamponi ma anche sui titoli professionali di chi li ha eseguiti attraverso le indagini portate avanti addirittura dall’antimafia di Milano. Sul registro degli indagati per esercizio abusivo della professione medica figurerebbe il dottor Cristiano Fusi, ex medico del Milan, uno dei sanitari che ha eseguito i testi sui giocatori del Monza nelle scorse settimane. Fusi sarebbe accusato di aver consentito a persone non qualificate di effettuare i tamponi.

Nel frattempo il club si è difeso tramite il legale Francesco De Martino, il quale ha sottolineato che il medico indagato non ha una carica sociale nelle società biancorossa e non è stato l’unico a occuparsi dei tamponi nelle scorse settimane. Inoltre il Monza avrebbe esibito, nel corso della perquisizione, le ricevute di acquisto dei test rapidi presso alcune farmacie del territorio mentre non ci sarebbe nessun dubbio riguardo i molecolari. In ogni caso l’avvocato De Martino si è affrettato a precisare che se dovessero emergere irregolarità la società si riterrebbe parte lese e per ora nessun membro del club risulta indagato.

Tags
SOCIAL

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE