Aggiornato alle: 10:15 di Lunedi 14 Ottobre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Frosinone vs Venezia 1-1, pagelle: disastro Bardi e Novakovich, bene Capuano e Beghetto

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Frosinone vs Venezia 1-1, pagelle: disastro Bardi e Novakovich, bene Capuano e Beghetto
20 Settembre
23:10 2019
Un Frosinone che ancora non convince e non va oltre uno scialbo pareggio casalingo con il Venezia.

I giallazzurri tengono sì in mano il pallino del gioco ma non trovano quasi mai lo spunto per creare problemi a Lezzerini. Ne viene fuori una partita bruttina, che gli ospiti sbloccano grazie a un erroraccio di Bardi e che i ciociari riprendono grazie all’unica arma efficace messa in mostra finora in questa stagione: i cross di Beghetto. Su uno di questi arriva Capuano che firma il pareggio ma è comunque troppo poco, specialmente dal punto di vista del gioco, per una squadra costruita per puntare al vertice.

Le nostre pagelle.

FROSINONE (4-3-1-2-)

Bardi 4,5: una vera e propria uscita a farfalle regala il vantaggio al Venezia, errore pesantissimo.

Brighenti 5.5: non trasmette mai l’idea di essere brillante, a volte in difficoltà nei duelli più fisici.
(dal 57′ Salvi 6: spinge quanto deve e contiene gli avversari senza problemi)

Ariaudo 6-: dalle sue parti il Venezia non passa, nelle poche volte in cui si affaccia in avanti; non benissimo in fase di impostazione.

Capuano 7: il gol, preziosissimo e di buona fattura, corona una prestazione in cui era stato il migliore della retroguardia giallazzurra.

Beghetto 6,5: il solito motorino sulla fascia sinistra, dal suo piede mancino partono sempre tanti palloni interessanti, attento anche in fase difensiva.

Paganini 6+: in questo momento sembra il giocatore più in palla di tutta la rosa, nonostante debba sacrificarsi in un ruolo non suo. Rischia di far esplodere lo stadio all’ultimo secondo ma la traversa lo stoppa.

Maiello 5: compassato nei movimenti e troppo scolastico nei passaggi in fase d’impostazione, la manovra del Frosinone avrebbe bisogno di più brio da parte del suo cervello.

Haas 5: parte bene ma cala alla distanza, avrebbe le qualità per incidere maggiormente ma non ci riesce perché gioca un po’ troppo basso e spesso finisce per incartarsi fra le maglie veneziane.

Ciano 6: sempre nel vivo della manovra e cercato dai compagni ma non è nel suo momento migliore, cerca di inventarsi qualcosa ma gli manca il guizzo giusto.

Novakovich 4: i palloni toccati dall’americano si contano sulle dita di una mano, totalmente avulso dal gioco, un corpo estraneo.
(Dal 54′ Dionisi s.v.: ko per un problema al costato dopo meno di 20 minuti dall’ingresso in campo)
(Dal 73′ Citro 6,5: riesce a dare profondità alle azioni offensive creando problemi alla difesa veneziano, purtroppo però gli manca la precisione per concretizzare)

Trotta 5: buona volontà, corsa e qualche spunto discreto ma negli ultimi 16 metri, che dovrebbero essere il suo terreno di caccia, non incide neanche stavolta.

Mister Nesta 5: squadra per larghi tratti spenta e anche quando si sveglia, dopo lo schiaffo di Capello, mancano le idee per far male a una difesa organizzata come quella del Venezia. Un netto passo indietro rispetto alla prima casalinga e questo sarebbe il momento in cui dovrebbero vedersi miglioramenti a vista d’occhio…

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini 6.5; Fiordaliso 6.5, Modolo 6, Cremonesi 6, Felicioli 6; Maleh 5.5 (Lollo 65′ 5.5), Fiordilino 6.5, Zuculini 6; Capello 7; Bocalon 6, Montalto 5.5 (dal 70′ Di Mariano 6.5). Mister Dionisi 6.5.

Arbitro Ayroldi 6: buona gestione dei cartellini in un match che, se fosse stato gestito direttamente, si sarebbe potuto incattivire.

 

Roberto Caporilli

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE