Serie B – Frosinone vs Perugia 1-3, sala stampa Breda: “Super Leali, bravi a sfruttare la superiorità” | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 17:29 di 28 Novembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Frosinone vs Perugia 1-3, sala stampa Breda: “Super Leali, bravi a sfruttare la superiorità”

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Frosinone vs Perugia 1-3, sala stampa Breda: “Super Leali, bravi a sfruttare la superiorità”
24 Febbraio
17:21 2018
(di Alessandro Andrelli) Nel post gara di Frosinone-Perugia, in sala stampa parla il tecnico degli umbri, Roberto Breda, primo allenatore a violare lo “Stadio Stirpe” (1-3).

“Soddisfazione per il risultato. Nel primo tempo Leali è stato bravissimo a salvare più volte il risultato. Nella ripresa siamo cresciuti e ci abbiamo creduto molto. Risultato importante che non deve distrarci dal nostro percorso. Tanto lavoro di squadra e sacrificio anche oggi, con i nostri attaccanti ad esempio che hanno fatto un gran lavoro anche in fase di contenimento”.
Il Frosinone da tanto non subiva 3 gol. Il Perugia ha imparato a gestire le gare?
“Credo che il Frosinone sia la squadra più completa. Determinazione, qualità e personalità sono le sue principali caratteristiche. Oggi siamo stati bravi a crederci e a soffrire, ciò non toglie che il Frosinone è un’ottima squadra. Per vincere su questi campi non basta la prestazione ma occorrono anche alcune circostanza favorevoli e così è stato”.
Ha inciso la superiorità numerica?
“Certo, avevamo una presenza in più in campo e questo ci ha sicuramente favorito. L’abbiamo sfruttata al meglio”.
Si aspettava qualcosa in più oggi dal Frosinone?
“La partita è stata dai due volti. Per noi questi sono punti molto pesanti e ci va benissimo così”.
Cosa dice la classifica?
“Ci sta che per quelle davanti ci possa essere qualche battuta d’arresto. Noi dobbiamo stare molto attenti, e guardiamo chi è sotto di noi. Sarà una settimana molto dura per tutti, nulla è scontato”.
Buone notizie dagli acquisti del mercato?
“E’ ancora tutto da valutare, ci sono ancora tante partite. Possono tutti ancora crescere.
Alessandro Andrelli

LE PIU' LETTE