Serie B – Frosinone vs Ascoli 2-1, pagelle: Paganini e Dionisi certezze, male Citro e Trotta | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 22:23 di Martedi 18 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Frosinone vs Ascoli 2-1, pagelle: Paganini e Dionisi certezze, male Citro e Trotta

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Frosinone vs Ascoli 2-1, pagelle: Paganini e Dionisi certezze, male Citro e Trotta
01 Settembre
23:15 2019
Una vittoria di cuore per un Frosinone tutt’altro che brillante.

I giallazzurri, troppo confusionari e con poche idee, rischiano grosso ma portano a casa la vittoria grazie al cuore e alla tigna della vecchia guardia. Decidono il subentrante Paganini e Dionisi in una gara che di certo non verrà ricordata per il bel gioco. Alla fine però potrebbero essere punti come questi a risultare decisivi, allora i ciociari si godono una vittoria preziosa anche perché un’altra battuta d’arresto sarebbe stata dura da digerire.

Le pagelle di Tg24Sport.

FROSINONE 4-3-1-2

Bardi 6: incolpevole sul gol dell’assist, chiamato in causa successivamente soltanto per l’ordinaria amministrazione.

Salvi 5: si limita al compitino difensivo, si spinge poco in avanti e lo fa con scarsa precisione.

Brighenti 4,5: prestazione non esente da sbavature, spesso in ritardo nelle chiusure, coronata con l’espulsione.

Ariaudo 6: prova a tenere la linea alta e non si tira indietro quando c’è da fare a sportellate in una partita a tratti molto sporca.

Beghetto 6: lo spartito che prevede di stoppare e crossare non sembra ammettere variazioni, avrebbe la gamba per fare qualcosa in più ma alla fine, a furia di insistere, da un suo traversone nasce il gol vittoria.

Paganini 6,5: tantissima corsa e buona volontà, si arrangia senza sfigurare ma il ruolo di mezzala che non è il suo, la scelta di tempo negli inserimenti però è di un altro livello e vale una vittoria preziosissima.

Maiello 5,5: il giro palla del Frosinone è lento e compassato, mette ordine ma dal suo piede non arriva mai l’invenzione che ci si aspetterebbe.

Gori 6: il compito d’interdizione è impeccabile come al solito, prova anche a farsi vedere in avanti ma se è lui a dover inventare deve esserci qualcosa che non funziona.
(dal 13′ st Haas 6: riesce quanto meno a vivacizzare la manovra)

Ciano 6: l’unico che prova a inventare qualcosa ma dai compagni di reparto trova pochissimo supporto e movimento, la difesa marchigiana capisce ben presto che è lui l’unica fonte di pericolo e gli taglia progressivamente i rifornimenti.
(Dal 47′ st Capuano s.v.)

Citro 4,5: poco più di 65 minuti nei quali tocca il pallone solamente quando si trova in fuorigioco. Serataccia per lui.
(dal 21′ st Dionisi 6,5: con lui in campo l’attacco del Frosinone ha pericolosità e peso differenti)

Trotta 5: sempre anticipato sulle palle alte, quando detta qualche passaggio rasoterra non viene mai servito, sarebbe servito molto più movimento da parte sua.

Mister Nesta 5,5: un Frosinone spento, con troppe poche idee ma comunque capace di riacciuffare in extremis una partita che si è messa in salita. Possesso palla sterile, condizione fisica lontana dalla sufficienza, bisogna crescere (tanto) dal punto del vista del gioco ma il cuore giallazzurro, soprattutto quello della vecchia guardia, vale la vittoria. Stasera è bastato, in futuro chissà.

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni 6.5, Laverone 6, Valentini 6, Brosco 6, Pucino 6, Petrucci 6.5, Troiano 6, Cavion 6 (dal 21′ st Gerbo 5.5), Ninkovic 6, Scamacca 5.5, Ardemagni 5 (dal 19′ st Rosseti 5). Mister Zanetti 6.

Arbitro Di Martino 5,5: il rigore per il Frosinone nasce da una posizione di fuorigioco abbastanza netta di Ariaudo, in generale la gestione dell’incontro è fin troppo permissiva.

 

Roberto Caporilli

LE PIU' LETTE