Aggiornato alle: 15:32 di Mercoledi 28 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B , Frosinone, Stirpe: “Ripresa? Sono pessimista. Crotone in A e noi no? Pronti al ricorso”

 ULTIME NOTIZIE
Serie B , Frosinone, Stirpe: “Ripresa? Sono pessimista. Crotone in A e noi no? Pronti al ricorso”
05 Aprile
19:30 2020
Il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe si è scagliato contro i presidenti che vorrebbero far ripartire la stagione sportiva al più presto sottovalutando l’emergenza Coronavirus.

Ecco le sue dichiarazioni, rilasciate ai microfoni di Radio Radio:

Alcuni colleghi hanno sempre la volpe sotto l’ascella, pensano di essere sempre un po’ più furbi degli altri e spesso non sanno ragionare come sistema. Credono che facendo i propri interessi tutto il sistema ne possa giovare, ma è esattamente il contrario. Ci stiamo perdendo in tante discussioni sciocche. C’è chi parla di titoli, di retrocessioni, di giocare a ferragosto o a settembre. Secondo me dobbiamo guardare in faccia la realtà, cioè ricominciare a giocare quando ci saranno le condizioni di sicurezza per tutti, non solo per gli addetti ai lavori, ma anche per i tifosi: senza di loro l’evento sportivo non avrebbe alcuna ragione d’esistere. Molti presidenti dimenticano che i tifosi sono i veri proprietari del calcio, senza di loro non ci sarebbe l’interesse delle televisioni, degli sponsor, né quell’entusiasmo che spinge i patron a fare investimenti in un settore che è per definizione fallimentare. Non possiamo far stancare i tifosi che in questo momento combattono un’emergenza ben diversa da quella relativa al pallone. La stagione va finita sul campo, ma sono pessimista. Crotone e Benevento promosse? La Federazione non può intervenire su modalità decise dalla Lega, siamo già pronti a fare ricorso alle autorità giudiziarie. Sul Benevento in quanto a meriti sportivi non c’è dubbio, ma sulla posizione del Crotone che ci precede di due punti e sarebbe dietro se ci fossimo fermati una partita prima, che è stata una partita disputata a porte chiuse dove la terna arbitrale ne ha fatte di tutte e di più, francamente c’è poco merito sportivo“.

 

E.P.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE