Serie B – Frosinone, Millico si presenta: “Venire qui? Una scelta facile. Voglio raggiungere tutti gli obiettivi possibili” | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 20:58 di Lunedi 18 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Frosinone, Millico si presenta: “Venire qui? Una scelta facile. Voglio raggiungere tutti gli obiettivi possibili”

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Frosinone, Millico si presenta: “Venire qui? Una scelta facile. Voglio raggiungere tutti gli obiettivi possibili”
12 Gennaio
19:15 2021
Giorno di presentazioni in casa Frosinone.

L’attaccante Vincenzo Millico, primo acquisto della sessione invernale di calciomercato, ha parlato di come sta vivendo questi primi giorni in giallazzurro. Ecco le sue dichiarazioni, rilasciate in conferenza stampa all’Ufficio stampa del club:

Arrivare qui è stata una scelta facile perché conoscevo bene il progetto del Club e poi il direttore Angelozzi è stata la persona che mi ha voluto con maggiore forza. Da quando sono qui mi sta trattando con grande attenzione e rispetto. Questa cosa mi fa rendere conto sempre di più che ho fatto la scelta giusta. Non è detto che saranno solo sei mesi qui a Frosinone. Voglio aiutare questa squadra in tutto e per tutto, credo di poterlo fare per il raggiungimento degli obiettivi che si sanno, in ogni caso qualsiasi sarà l’obiettivo io mi sento pronto per aiutare a raggiungerli. Fisicamente sto bene, ho avuto il Covid. Dopo un mese fermo ho avuto un affaticamento muscolare, normale in questi casi perché quando rientri devi spingere per riacquistare la condizione per farti trovare pronto. Promessa del Calcio? In questa stagione ho fatto tre presenze. Ho avuto anche alcuni infortuni, il Torino all’inizio credeva in me, non mi ha lasciato partire perché ero all’interno del progetto, ma poi le cose possono cambiare in corsa. Al Frosinone ci credo, voglio raggiungere qui tutti gli obiettivi possibili sia personali che di squadra. E spero che sia una stagione piena di emozioni che ci permetta di toglierci grandi soddisfazioni. Cosa mi è mancato in questi anni per emergere? Non mi è mancato nulla. Ci sono state tante dinamiche che un giocatore non può cambiare. Ci sono le gerarchie, ci sono altre situazioni, gli ultimi anni non siamo andati bene e magari a volte buttare nella mischia un giovane non è facile quanto farlo se la squadra va a gonfie vele. Io non ho mai guardato la serie B da calciatore di A. Guardavo la B come un giocatore di calcio, senza mai sminuire i Cadetti. Chiaramente ero un calciatore di una squadra di serie A per cui mi sentivo di essere più concentrato su quel campionato. Per me l’importante è giocare, crescere ed affermarmi“.

 

E.P.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE