Serie B – Frosinone, direttore Angelozzi: “Vedo crescita e buon futuro. Oggi ci basiamo sulla squadra: tutti possono segnare” | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 17:22 di 24 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie B – Frosinone, direttore Angelozzi: “Vedo crescita e buon futuro. Oggi ci basiamo sulla squadra: tutti possono segnare”

 ULTIME NOTIZIE
Serie B – Frosinone, direttore Angelozzi: “Vedo crescita e buon futuro. Oggi ci basiamo sulla squadra: tutti possono segnare”
23 Settembre
18:07 2021
Guido Angelozzi, responsabile dell’area tecnica del Frosinone, ha parlato a TMW Radio nel corso della trasmissione Stadio Aperto.

Ecco le sue dichiarazioni:

Con il Brescia che è un’ottima squadra abbiamo fatto 2-2 lunedì. Abbiamo dominato la partita, hanno pareggiato al 90° su un errore nostro: se c’era una squadra che doveva vincere era il Frosinone. Quest’anno abbiamo cambiato la filosofia, ragionando diversamente. Avevamo giocato campionati con un 3-5-2 più tradizionalista, ma ora sono cambiati quasi venti giocatori della rosa e con Grosso cerchiamo una filosofia diversa. Siamo agli inizi e dobbiamo migliorare tanto, ma la squadra sta cominciando a capire. Vedo una crescita e un buon futuro. Lucca? In un’altra nazione magari sarebbe in Serie A, ma noi società, mi ci metto anche io, siamo restie con i giovani. Qualcuna però sta cercando di farli giocare, anche noi qua a Frosinone abbiamo dei ’99, dei 2001, 2002. Lucca e Scamacca? Sono due giocatori forti e di prospettiva. Scamacca ha più esperienza, è stato già in Serie B. In questo momento è più avanti. Vedo due giovani però che possono arrivare in alto, anche Lucca farà parlare di sé. Ricci in A? La meritava. Io lo ho avuto due anni allo Spezia e per me è un giocatore di Serie A. Vedo che le società stanno andando a prendere tutti stranieri. Fossi stato in Serie A, avrei preso Ricci: è stato pure convocato da Mancini, se l’ha fatto è perché ha intravisto un calciatore in grado di sostituire Jorginho. Peccato che gli altri non se ne siano accorti, ma io sono contento per il Frosinone. Tanti giocatori in gol? Trovare un attaccante da doppia cifra è importante, se ce l’hai è perché hai lavorato bene. Il Frosinone del passato si basava sulla coppia Dionisi-Ciofani, ora sulla squadra, sugli undici. Tutti quanti possono andare a rete. Se poi troviamo l’attaccante da doppia cifra è un in più, ma non si deve giocare solo per lui, o quando non è in giornata non segni mai. Ora avremo presto pure Novakovich, che si è ripreso da un intervento“.

E.P.

LE PIU' LETTE