Serie A – Sassuolo vs Frosinone 2-2, conferenza De Zerbi: “Nessuno ci ha mai regalato nulla, mai” | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 16:00 di Lunedi 2 Agosto 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Serie A – Sassuolo vs Frosinone 2-2, conferenza De Zerbi: “Nessuno ci ha mai regalato nulla, mai”

 ULTIME NOTIZIE
Serie A – Sassuolo vs Frosinone 2-2, conferenza De Zerbi: “Nessuno ci ha mai regalato nulla, mai”
05 Maggio
18:04 2019
(di Alessandro Andrelli) Conferenza stampa anche per il tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi, dopo il 2-2 con il Frosinone.

All’intervallo cosa ha detto?
“Credo che anche nel primo tempo abbiamo fatto la partita, senza soffrire troppo. Ho detto ai ragazzi che se facevamo un gol potevamo riprenderla e così è stato. Noi oggi siamo salvi e al sicuro. Non c’è stata nessuna squadra che è venuta a regalarci punti. Oggi qualcuno non era al 100% nel primo tempo dal punto di vista mentale. Abbiamo comunque fatto bene e questo alla lunga ci ha premiato, meritando il pareggio. Oggi sono contento quindi va bene così”.

Quello di oggi era un Sassuolo nuovo per il prossimo anno?
“Io penso di essere un allenatore nel bene e nel male, sia che si vinca sia che si perda. Il miglioramento noi dobbiamo farlo mentalmente, dando continuità, perché è il segreto per creare ancora nuovi stimoli alle nostre prestazioni. Ci sono tante componenti da comprendere per poter fare sempre meglio. Dal punto di vista tecnico e tattico tante volte abbiamo dimostrato di saperci essere. Quindi il 50% di ciò che io vorrei c’è, poi vedremo come sarà allestita la rosa del prossimo anno, anche perché questa squadra non solo è molto funzionale, ma è anche molto giovane, ma è giusto dire che è mancato qualcosa e quindi si può migliorare”.

Rimpianti?
“A gennaio, quando è andato via Boateng, e noi abbiamo probabilmente perso il treno dell’Europa League. Da lì un mese un mese e mezzo di prestazioni troppo altalenanti e siamo stati un po’ inghiottiti da chi inseguiva”.

 Che valore ha questa salvezza?
“Io devo ringraziare la società e i giocatori. Io sono pesante, tutta la settimana, non mi accontento mai. E tutti mi hanno dato soddisfazioni. Ciò che mi rimane di più del mio lavoro è il rapporto con i giocatori e il gruppo. E’ l’aspetto a cui tengo di più, ancora più della tattica e dell’aspetto strategico. Alcune volte passo per ciò che non sono, cioè un allenatore che non si accontenta mai”.

Oggi non vi siete arresi dopo lo 0-2 del primo tempo?
“Se io non litigo durante la partita vuol dire che io non sono vivo. Io tengo molto al fatto che bisogna comportarsi tutti i maniera seria. Oggi, avevo detto ai giocatori, che ci saremmo salvati contro tutto e tutti, e così è stato. E così faremo noi da qui alla fine della stagione. Ora affronteremo, Torino, Roma e Atalanta, e vi garantisco non molleremo nulla. La gente rispetta se si affronta lo sport sempre in maniera seria e così dovremo fare”.

Collegamenti e similitudini con il calcio femminile per il Sassuolo?
“Hanno fatto un lavoro eccellente, faccio loro i complimenti. Noi abbiamo il nostro obiettivo e sono fiero di poterlo dire, lottiamo in un campionato di altissimo livello. Se guardate la classifica pensare al Sassuolo nelle prime dieci è un po’ difficile, ma è possibile, e quindi lavoriamo per questo”.

Alessandro Andrelli

LE PIU' LETTE