Aggiornato alle: 18:09 di Lunedi 26 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Questione Stadi – Tutti contro tutti: ministeri e regioni si spaccano, Zingaretti dice no

 ULTIME NOTIZIE
Questione Stadi – Tutti contro tutti: ministeri e regioni si spaccano, Zingaretti dice no
25 Settembre
13:00 2020
La questione della riapertura degli stadi spacca il Governo e anche le varie regioni.

Se, infatti, la conferenza Stato – Regioni ha approvato una proposta di riapertura degli impianti sportivi per il 25% della loro capienza totale, da altre parti si alza il coro del no. È questo il caso del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che parla di un rischio troppo elevato di assembramenti e preferirebbe mantenere una linea di prudenza, con ancora meno di un quarto degli spettatori negli stadi o nei palasport.

Nonostante l’ottimismo del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, il dicastero della Salute appare più cauto: la sottosegretaria Zampa è contraria, il vice-ministro Sileri parla di “riapertura graduale e controllata”, dunque con molti meno tifosi rispetto al 25%, un po’ come accaduto in diverse regioni del Nord già nello scorso weekend.

La palla comunque passa nelle mani del Comitato Tecnico Scientifico, nella speranza di avere una linea condivisa e chiara entro l’inizio di Ottobre. Per ora si continuerà con differenze significative sul tema fra le diverse regioni.

 

RC

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE