Aggiornato alle: 19:02 di Martedi 27 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Calcio Promozione – L’Alatri lotta ma non basta, il Ferentino si prende il derby

 ULTIME NOTIZIE
Calcio Promozione – L’Alatri lotta ma non basta, il Ferentino si prende il derby
04 Dicembre
19:00 2019
Il Ferentino vince 2-1 un derby surreale contro l’Alatri.

Si gioca di mercoledì alle 14:30 dopo il rinvio dovuto agli atti vandalici del 20 Ottobre. Risultato? Spalti semivuoti e tifoserie organizzate assenti. Gli ultras amaranto continuano nella presa di posizione avviata a inizio stagione, quelli verderosa disertano l’incontro per protesta verso i fatti avvenuti nel giorno in cui la gara era calendarizzata.

A completare il quadro grottesco, il fatto che diversi giocatori dell’Alatri scendano in campo già con le valigie in mano, avendo già raggiunto pronto l’accordo con altre formazioni. Nonostante ciò i padroni di casa giocano con caparbietà e tengono botto contro i più quotati avversari, messi in difficoltà dalla difesa alta. Il primo tempo con poche emozioni si chiude sullo 0-0 ma la partita si “stappa” nella ripresa: avanti i gigliati con una rete da fuori area di Carmassi che sfrutta un erroraccio di Bietti. Poco dopo Nnaji si divora un gol già fatto, sparando alto da pochi metri dopo una grande azione personale. Arriva così il raddoppio ferentinate: Orsinetti trasforma con freddezza un rigore generoso al 25′. L’Alatri però non si dà per vita e si butta in avanti, costruendo due palle gol con Pirone che da fuori area non inquadra la porta. Al 35′ clamorosa traversa di Brogini, in rovesciata, sugli sviluppi di un calcio di punizione. La rete verderosa arriva al 38′ con Ambrosi che brucia in velocità la difesa del Ferentino, apparsa in difficoltà per larga parte dell’incontro. Il gol però serve solamente a rendere meno amaro il passivo perché gli assalti finali alatrensi si traducono in un nulla di fatto.

Il Ferentino si prende un derby comunque intenso e godibile, continuando la sua marcia al vertice e avvicinandosi nel migliore dei modi allo scontro diretto con il Monte San Giovanni Campano. L’Alatri lotta ma deve chinare il capo e continua a giocare la partita più difficile fuori dal campo, con una squadra da rifondare, visti gli addii imminenti: impresa tutt’altro che facile con una situazione societaria così confusa, per usare un eufemismo.

 

RobCap

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE