Calcio – Forte Colleferro – Virtus Divino Amore 5 – 1 | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 22:50 di 24 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Calcio – Forte Colleferro – Virtus Divino Amore 5 – 1

 ULTIME NOTIZIE
Calcio – Forte Colleferro – Virtus Divino Amore 5 – 1
01 Novembre
20:48 2015
La Forte torna al Palaromboli, dopo la vittoriosa trasferta di Genzano, consapevole che la qualità del gioco può sopperire all’assenza dei Top Players.

Solo Federico Valenzi, comunque di scuola Paolo Forte, rinforza il gruppo storico. Di fronte un avversario ostico, la Virtus Divino Amore, affiancata a quota 6 punti che, comunque, ha qualità e collettivo per puntare alle zone alte della classifica. Forte non fa richieste al gruppo, ma indica con decisione ai ragazzi la strada per essere protagonisti: ritrovare l’entusiasmo e il piacere di giocare, in parte offuscati dal difficile avvio di stagione.

FORTE COLLEFERRO: Tantari, Favale, Valenzi, Tetti, Forte, Fedele, Mosti, Hamazawa, Navarra, Graziani, Felici, Parenti. All. Paolo Forte
VIRTUS DIVINO AMORE: Napoli, Cirillo, Parrini, Simonelli, Lauri, Marucci, Costantini, Amicucci, La Medica, Sammarino, De Giorgis, Felici. All. Dario Zanini
MARCATORI: Tetti (fc), Hamazawa (2)(fc), Graziani (fc), Valenzi(fc), la Medica (vda)

Il commento di Marco Giustinelli “Un allenatore di categoria superiore che ha determinato il risultato”. Basterebbero queste parole, pronunciate dallo sportivissimo Capitano degli Ospiti in conferenza stampa, ad esaurire il commento su questa gara. Paolo Forte ha caricato positivamente i suoi, sfruttando le sue indiscusse doti di grande motivatore e fine psicologo, ricostruendo quell’entusiasmo e quella gioia di giocare che i risultati altalenanti della prima parte della stagione avevano inevitabilmente offuscato. Il Mister ha dimostrato, ancora una volta, che la gestione di un gruppo così giovane è materia complessa ma in grado, se ben applicata, di togliere enormi soddisfazioni. E con l’entusiasmo torna anche l’energia nelle gambe e la freschezza mentale, in una gara difficile contro un avversario ostico, sceso a Colleferro con la chiara intenzione di imbrigliare la gara, chiudendo tutti gli spazi al gioco dei lepini e sfruttare le ripartenze per far male. E questo è riuscito, almeno per la prima parte, per il primi venti minuti dell’incontro, quando gli uomini di Zanini hanno interpretato alla perfezione la gara e hanno fatto infrangere le azioni offensive della Forte contro un invalicabile muro difensivo. Poi, dopo il gol di Tetti, quando la Virtus è stata costretta ad allargare gli spazi a disposizione dei padroni di casa, non c’è stata più partita. In fase di costruzione il divario è stato evidente e la Forte ha dilagato. Grande prova di Hamazawa che ha dato spettacolo di classe e senso tattico, ma prestazione eccellente per tutti i ragazzi in campo. Ed ora la prova di maturità in casa della corazzata Aniene. Lo scorso anno fu proprio la partita con i romani che determinò l’inizio della cavalcata vincente della “banda Forte”. Paolo Forte incrocia le dita e guarda avanti.

Jackal

Tags

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE