Calcio – Coronavirus, presidente Gravina: “Chi vuole l’annullamento della stagione non ama né il calcio né gli italiani” | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 19:00 di 7 Marzo 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Calcio – Coronavirus, presidente Gravina: “Chi vuole l’annullamento della stagione non ama né il calcio né gli italiani”

 ULTIME NOTIZIE
Calcio – Coronavirus, presidente Gravina: “Chi vuole l’annullamento della stagione non ama né il calcio né gli italiani”
17 Aprile
17:43 2020
Gabriele Gravina, presidente della FIGC, è intervenuto anche oggi per commentare l’ipotetica ripresa dei campionati a maggio.

Ecco le sue dichiarazioni, rilasciate ai microfoni di Rai Radio 1:

E’ un momento difficile per tutto il paese e anche per il mondo del calcio, ma con disponibilità e buonsenso sono sicuro che troveremo la giusta via. Chi invoca oggi ad alta voce l’annullamento e la sospensione dei campionati credo che non voglia bene né al calcio né agli italiani, perché non vuole dare una speranza di futuro e di ripartenza. Mi dispiace, terrò duro fino alla fine. Ripresa allenamenti? Il 4 maggio è la data fissata dal dpcm, noi ci stiamo attenendo a queste date e puntualmente facciamo calendari e programmazioni in base alle date che ci indica il Governo. Io condivido la speranza del Ministro Spadafora e spero che anche il Ministro della Salute Speranza ci aiuti a ripartire, con tutte le cautele e le dovute garanzie. Squadre isolate? Abbiamo elaborato un protocollo che domani sarà consegnato sia al Ministro dello Sport Spadafora che al Ministro della Salute Speranza. E’ un protocollo rigido, attento, ma flessibile. Anche facile da applicare. Chi dice che gli atleti saranno rinchiusi fino alla fine dice una cosa non vera: c’è bisogno di un periodo di chiusura, di controlli per garantire le negatività da parte di tutti i protagonisti che partecipano a determinati eventi perché se sono tutti negativi è evidente che poi non può esserci contagio. Quindi massima attenzione e poi ci sono tutta una serie di procedure di controllo. Sono previste tre settimane di allenamenti, poi si riparte con movimenti e trasferimenti con le gare che ripartirebbero tra fine maggio e i primi di giugno“.

 

E.P.

LE PIU' LETTE