Basket – Virtus Cassino ancora in esilio, la società attacca il Comune | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 08:30 di Sabato 19 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Basket – Virtus Cassino ancora in esilio, la società attacca il Comune

 ULTIME NOTIZIE
Basket – Virtus Cassino ancora in esilio, la società attacca il Comune
14 Agosto
17:47 2015
Nella prossima stagione di Serie B la Virtus Cassino giocherà ancora al PalaSoriano di Atina. Nei mesi scorsi la società aveva provato a costruire una struttura tensostatica e ad avviare i lavori per un nuovo palasport nella città martire, ma non avrebbe ricevuto alcun feedback dall’amministrazione comunale.

In un comunicato stampa il club rossoblu ha preso duramente posizione contro il Comune di Cassino, accusato di non aver mai risposto per iscritto alle proposte ricevute. Nella nota si parla di “miopia degli amministratori locali”, inoltre si accusano i politici di sentire la Virtus come un “macigno” e di usarla solamente per fare “passerella”.
Il presidente del team cassinate, Donatella Formisano, ha voluto manifestare apertamente la sua delusione. Di seguito riportiamo i punti salienti delle sue dichiarazioni.
“In questi mesi abbiamo assistito all’ennesima pantomima: parole e promesse ma nessun passo avanti, non abbiamo avuto alcun tipo di segnale da parte del Comune. Abbiamo fatto passi da gigante nel panorama sportivo nazionale ma ciò non può essere apprezzato a Cassino perché altri lo impediscono, la Virtus è un patrimonio che solo i politici non riconoscono. Giocare in città è un desiderio di tutta la tifoseria e non esserci riusciti rappresenta una sconfitta, sono molto delusa e penso che tutti dovrebbero ribellarsi. E’ avvilente che vengano usati due pesi e due misure, non pretendiamo trattamenti di favore ma non possiamo neanche accettare che vengano sempre lesi i nostri diritti”.
Nel frattempo la dirigenza sta cercando di trovare altre soluzioni per riavvicinarsi a Cassino. La prima è quella del palazzetto di Piedimonte San Germano, per il quale si stanno valutando le migliorie necessarie a disputare il torneo di Serie B; la seconda è l’impianto di Cervaro, distante solo 4 km dalla città martire, per il quale si attende l’uscita di un bando di assegnazione.
RC

LE PIU' LETTE