Basket – Latina più forte delle assenze: successo esterno a Roseto | TG24.info Sport
Aggiornato alle: 16:00 di Lunedi 2 Agosto 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Sport

Basket – Latina più forte delle assenze: successo esterno a Roseto

 ULTIME NOTIZIE
Basket – Latina più forte delle assenze: successo esterno a Roseto
26 Settembre
14:00 2015
Buonissima prestazione della Benacquista Latina, che ha battuto Roseto (A2 Est) per 76-65 nonostante le assenze di Veccia, Stanback e Tagliabue.

I pontini, come spesso accaduto in pre-campionato, approcciano la gara molto meglio degli avversari e chiudono il primo quarto sul 12-21. Nel secondo periodo gli Sharks rosicchiano qualcosa sfruttando le rotazioni più ampie e vanno all’intervallo sul -5, nonostante i soliti Mei e Mosley. Nella terza frazione aumenta il divario a rimbalzo ma Latina ha il merito di resistere e rimanere comunque in vantaggio (51-52) all’ultimo riposo. Nella quarta frazione la truppa di Gramenzi riprende a giocare il suo basket e aumenta il gap, chiudendo con uno scarto in doppia cifra. Mvp del match ancora una volta Nicola Mei, positivi Mosley (10 punti + 13 rimbalzi) e Uglietti, ottime le prestazioni dei giovani Pastore e Pagano, per quest’ultimo 10 punti in 12 minuti sul parquet.

La Benacquista tornerà in campo domani (domenica 27 Settembre) a Roma contro la Virtus, nel “remake” della finale 3°/4° posto del “Torneo Città di Ferentino”.

ROSETO SHARKS VS BENACQUISTA LATINA  65-76  (12/21, 32/37, 51/52, 65/76)

ROSETO SHARKS: Allen 14, Izzo, D’Emilio n.e., Ferraro 10, Papa 4, Marini, Mariani n.e., Trevisan n.e., Bryan 7, Marulli 2, Moreno 7, Weaver 21. Allenatore: Trullo.

BENACQUISTA LATINA: Pagano 10, Tavernelli 8, Ihedioha 7, Mei 20, Uglietti 11, Pastore 8, Di Ianni 2, Piccinini n.e., Manzi, Mosley 10. Allenatore: Gramenzi.

Tiri da 2 punti: Roseto 22/52 , Latina 16/38
Tiri da 3 punti: Roseto 3/16, Latina 11/28
Tiri liberi: Roseto 12/27, Latina 11/21
Rimbalzi offensivi: Roseto 21, Latina 10
Rimbalzi difensivi: Roseto 34, Latina 30.

Roberto Caporilli

LE PIU' LETTE