Aggiornato alle: 04:00 di Venerdi 10 Luglio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Trasferimento INPS, Valter Tersigni: “sindaco assente, non affronta i problemi”

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Trasferimento INPS, Valter Tersigni: “sindaco assente, non affronta i problemi”
07 Novembre
08:32 2019

 

 

 

 

“Un sindaco politicamente patetico! Questo è diventato De Donatis. Questo è il primo cittadino di Sora. La sua risposta al mio comunicato mostra quello che c’è: il nulla! E non si tratta, come dice lui, di scommettere sui fallimenti della sua maggioranza, ma di constatarli, purtroppo, ogni giorno da tre anni e mezzo a questa parte”. E’ quanto dichiarato dal consigliere comunale Valter Tersigni in merito alle risposte del primo cittadino sulla questione del trasferimento dell’INPS da Sora  a Isola del Liri.

“Le chiacchiere del sindaco – scrive Tersigni – continuano a buttare fumo negli occhi dei sorani. Nessun fatto concreto c’è all’orizzonte. Il gioco è sempre lo stesso. Le baggianate raccontate ai cittadini dimostrano il voler confondere le idee, pertanto le dichiarazioni del sindaco necessitano di due risposte distinte. E’ indispensabile, infatti, far capire alla gente quella che è la realtà. La chiarezza e la trasparenza sono essenziali. Il dialogo con i sorani ancora di più.

In merito al trasferimento dell’Inps, le affermazioni del direttore regionale fanno chiarezza sul tanto chiacchierato spostamento degli uffici da Sora a Isola del Liri e smascherano le solite scuse di De Donatis, attore a soggetto e sempre “vittima incompresa”.  La replica del Direttore al primo cittadino è precisa, secca, puntuale e circostanziata. Fa capire la verità.

Telefonate senza risposta e atteggiamento sfuggente. Le sue parole mostrano, chiaramente e senza prova di appello, chi sta governando Sora. Un sindaco assente, che sfugge alle richieste di contatto, che non affronta i problemi, che non ha interesse nel trovare soluzioni e che non si cura dell’impoverimento incessante della sua città.

Ridicola la proposta relativa ai locali delle Ferrovie dello Stato (ex uffici della Polizia Locale), perché era scontata la non idoneità. Il primo cittadino ha bene in mente quello che ha proposto? È andato a valutare i luoghi? Devo dedurre di no, visto che di professione fa l’architetto. L’apoteosi, poi, si raggiunge con l’affermazione di Fratelli d’Italia che, essendo maggioranza, accusa i 5 Stelle, partito in minoranza, di non essersi impegnati per evitare il trasferimento. Il fondo è così basso che si giunge a negare ogni evidenza. Siamo all’assurdo!”. (Fonte: comunicato stampa)

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE