Aggiornato alle: 04:00 di Giovedi 26 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – La Giustizia/beffa uccide due volte Gilberta Palleschi e Samanta Fava

 ULTIME NOTIZIE
Sora – La Giustizia/beffa uccide due volte Gilberta Palleschi e Samanta Fava
19 Marzo
15:19 2019

 

 

 

Il ‘mostro del Fibreno’, Antonio Palleschi, il brutale assassino della povera Gilberta Palleschi dovrà scontare solo venti anni di carcere. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione.

Tonino Cianfarani, il manovale che ha ucciso e murato in una cantina Samanta Fava, dopo essere stato condannato a 24 anni di carcere in tutti e tre i gradi di giudizio, se dopo aver trascorso appena 36 mesi in una cella, da oramai tre anni è a casa, agli arresti domiciliari. E’ malato. Gravemente, dicono i medici.

Pare che in Italia non ci siano strutture detentive attrezzate per ospitare chi è affetto da quel tipo di patologia. Due storie, due fatti di una gravità assoluta, che vedono protagoniste due donne di Sora. Ieri l’ennesimo verdetto-beffa per i familiari di Gilberta Palleschi, assassinata nel novembre del 2014, mentre passeggiava lungo le sponde del Fibreno. I giudici della Cassazione così motivano la decisione di ridurre la pena a soli venti anni per Antonio Palleschi.

“Il dubbio sulla sussistenza del vizio di mente deve essere apprezzato in relazione al canone di garanzia ‘in dubio pro reo’, sì che non è necessario che ricorra la prova certa del vizio parziale di mente”. Grazie all’ipotesi del “discontrollo” dei suoi impulsi, l’omicida ha già chiesto la liberazione anticipata”.

Quindi ammettendo la sua incapacità al controllo degli impulsi, Antonio Palleschi ha ottenuto una sorta di beneficio.

ang.nic.

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS