>
Aggiornato alle: 21:01 di Martedi 26 Marzo 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Il 90% dell’indifferenziata non è corretta, Ambiente: ecco come avverranno i controlli

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Il 90% dell’indifferenziata non è corretta, Ambiente: ecco come avverranno i controlli
01 Luglio
18:22 2016

 

 

 

 

 

 

Dopo Un nostro articolo relativo ai messaggi trovati dai cittadini sui mastelli della raccolta differenziata è arrivata puntale la risposta della società Ambiente che ci ha inviato una relazione.

“La società nel recepire le indicazioni dei propri operatori – si legge nella nota – ha verificato che l’aumento dell’indifferenziato ritirato il giovedì era sempre crescente, infatti, mentre a febbraio si è conferito in discarica un monte indifferenziato pari a 254 mila tonnellate nel mese di maggio si sono superati i 321 mila tonnellate. Per rimediare ai nuovi comportamenti dei cittadini che sembrano ormai stanchi di differenziare e preferiscono conferire il tutto il giovedì come “indifferenziato” si è giunti alla conclusione che si doveva riprendere l’analisi del conferito come si faceva a gennaio”.

In base alle relazione l’analisi prevede:
1. Si apre la busta e si controlla che il materiale inserito rispetti la tipologia del giorno e non contenga materiale estraneo: nel caso del giovedì non ci deve essere umido, carta, plastica, vetro (se non bicchieri), metalli o quant’altro risulti riciclabile.
2. Si ricorda che i piccoli contenitori di polisterolo vanno inseriti nella plastica;
3. Si ricorda che il materiale molto sporco di plastica, carta e/o alluminio va conferito nell’indifferenziato;
4. Il materiale vistosamente sporco di sugo e fazzolettini usati vanno nell’umido.
5. L’erba, foglie e fiori secchi vanno nell’umido mentre grandi quantità degli stessi vanno conferiti direttamente presso l’eco-centro ( anche potature);
6. Si ricorda che per l’umido si devono usare solo buste biodegradabili (no bustoni neri);
7. Le bottiglie dei detersivi e/o altri prodotti vanno nella plastica.
8. La carta ed il vetro vanno conferiti senza buste.

La società Ambiente, a titolo di chiarimento, ha specificato che da questa verifica è emerso che oltre il 90% della popolazione al momento non effettua correttamente la raccolta p.a.p. ed ha rimarcato quanto sia importante effettuare un corretto conferimento del residuo. E’ quest’ultimo, infatti, che comporta un costo di smaltimento e che quindi può incidere sulla TARI.

La società, inoltre, ha specificato di essere disponibile a chiarire tutte le problematiche ed i dubbi che dovessero emergere durante le operazioni di differenziazione. “È possibile chiamare il nr. 0776/812786 e se dovesse necessitare anche la presenza di un ns. dipendente o del ns. ispettore ambientale presso un condominio, una comunità o quant’altro è possibile fissare un appuntamento sempre tramite lo stesso numero”.

Francesca Merolle

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE