Sora – “Grave criticità” sede Distretto C, la UIL FPL chiede la chiusura immediata | TG24.info
Aggiornato alle: 21:26 di Venerdi 14 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – “Grave criticità” sede Distretto C, la UIL FPL chiede la chiusura immediata

 ULTIME NOTIZIE
Sora – “Grave criticità” sede Distretto C, la UIL FPL chiede la chiusura immediata
27 Luglio
23:00 2020

 

 

Contestazioni relative allo stabile di Sora “Sede distretto C”, in via Piemonte. Le posizioni di sindacato e direzione del distretto.

Con una lettera giunta in redazione i primi di luglio la UIL FPL provinciale di Frosinone scriveva al Direttore Generale f.f. ASL Frosinone Dott..ssa Patrizia Magrini e al Direttore Distretto C Asl Frosinone Dott. Eleuterio D’Ambrosio. In oggetto la “mancata risposta a lettera sindacale e sollecito – rischio strutturale per i dipendenti Asl FR alla sede del distretto C di via Piemonte Sora”.
La OS, si legge nella nota, “ha inviato apposito sollecito deli 01.06.2020 in cui ha ribadito il rischio cui sono esposti in tutto l’edificio di via Piemonte a Sora sia i lavoratori sia i cittadini, e le responsabilità del datore di lavoro e dei delegati sulla sicurezza sul lavoro. Ha sollecitato alla messa in sicurezza del personale, fintanto che non si avviino e concludano i lavori, tramite trasferimento dello stesso in sedi idonee, ferme restando le responsabilità datoriali e delegatoriali, sia riguardo allo stato di rischio, sia in relazione al verificarsi di eventi fattuali a carattere negativo”.

Non è tardata ad arrivare la risposta del direttore Eleuterio D’Ambrosio che ha spiegato quanto è stato fatto finora per risolvere le criticità della sede di via Piemonte. Ha elencato, quindi, le richieste già inoltrate agli organi competenti in cui si richiede l’effettuazione dei lavori necessari e si sollecita un intervento urgente per la tutela della sicurezza del personale. Il direttore, inoltre, ha comunicato che se entro il 15 settembre i servizi allocati al primo piano della struttura non saranno trasferiti nei nuovi locali individuati, al termine dei lavori come nella nota indicata… si vedrà costretto, anche a sue spese, ad apporre barriere e sigilli per impedire l’accesso ad operatori ed utenti ubicati al primo piano della struttura per tutelare la loro sicurezza. D’Ambrosio chiede che si provveda al trasferimento dei servizi che non hanno locali idonei. Si tratta di quelli veterinari, del consultorio e percorso nascita, del centro demenza e molto altro (vedi documenti).

E’ chiaro che la sede sorana subirà un gravissimo impoverimento ragion per cui il direttore ha richiesto di intraprendere azioni rivolte a risolve le problematiche nel più breve tempo possibile.

La UIL FPL alla luce di questa nota ha voluto prima di tutto chiarire la finalità delle proprie contestazioni definendole “normale attività” che un sindacato svolge a mente del dettato Costituzionale. Poi ha ribattuto sull’inerzia riscontrata da parte dell’ente ASL e definito non giustificabile la sigillatura dello stabile al 1/10/2020. In mancanza dei necessari lavori, per il sindacato, “la chiusura è da fare oggi stesso”.

GRAVE CRITICITA’ SEDE DISTRETTO C

Valeria Altobelli

LEGGI ANCHE:

Sora – “Sede ASL di via Piemonte inadeguata”, la UIL FPL scrive al direttore generale e al direttore di distretto

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS