Sora – Eugenia sfodera l’orgoglio sorano e conquista anche San Rocco (VIDEO) | TG24.info
Aggiornato alle: 18:00 di 24 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Eugenia sfodera l’orgoglio sorano e conquista anche San Rocco (VIDEO)

 ULTIME NOTIZIE
23 Settembre
19:33 2021

 

 

 

Eugenia Tersigni e la sua squadra ieri sera hanno fatto tappa a San Rocco, cuore di Sora. Una tappa speciale quella di ieri sera dove Eugenia ha sfoderato l’orgoglio sorano fatto di grinta e tenacia.

“Questa sera sono a casa – ha detto emozionata – Qui ho studiato, in questa chiesa ho trascorso anni bellissimi prima con mio nonno e poi con mio padre che per quasi cinquant’anni hanno organizzato la festa di San Rocco. Mi presento a voi questa sera perchè è importante illustrarvi il nostro programma”. “Se non avessimo proposto noi la novità, con la maggioranza uscente, un pò divisa qua e là, sarebbe stata sempre la stessa storia. Noi abbiamo creduto e crediamo nel cambiamento, nel proporre alla popolazione gente differente, una sana politica. Sarò sindaco h24 e non saranno sufficienti per riparare ai danni che hanno fatto. La nostra è una squadra coesa – ha detto infiammando la folla presente – Dalle altre parti abbiamo assistito a candidati a sindaco che si sono visti giocati a palline. Il Pd dopo varie riunioni, mesi di trattative, è confluito con Di Stefano: un’arca di Noè”. E poi continua: “Un sindaco messo lì 3 giorni prima della presentazione delle liste: una vergogna! Abbiamo fatto uno sforzo infinito perchè crediamo che la storia non la scrivano le bandiere ma le intelligenze che possono risolvere i problemi”.

Poi in risposta ad un comunicato uscito ieri su alcuni organi di stampa Eugenia ha detto: “Sono rimasta allibita. Sora è ridotta così a causa di 5 anni di mala amministrazione e la colpa non è solo del sindaco De Donatis, hanno amministrato tutti. E’ una vergogna che oggi certe persone che si ripresentano dopo aver scaricato il sindaco e si nascondono dietro altre facce, abbiano anche il coraggio di parlare. Io non mi vergogno della mia squadra! Qui c’è la vera novità e c’è chi ha l’esperienza – ha detto parlando della sua compagine – perchè è giusto così. In passato sono state fatte anche cose buone, penso al baratto amministrativo voluto da Pontone. Io non mi vergogno, anzi vado fiera della mia squadra. Non mi vergogno di nessuno, neanche di Valter Tersigni perchè quando ha avuto la delega alle manutenzioni Sora era pulita! Era piena di fiori. Con poco più di 10mila euro abbiamo tagliato decine e decine di cipressi pericolanti al cimitero. Oggi sono spariti 43mila euro di lampadine. Vengano a spiegarci dove sono finite queste lampadine?!? Non mi vergogno di Andrea Petricca perchè durante il suo mandato il museo lavorava a pieno regime, era pieno di giovani, c’era un direttore scientifico. Oggi il museo è sprangato! Per non parlare dell’Estate Sorana. Ci sono state 16mila persone in piazza a Sora per la Notte bianca dello Sport del 2015. Poi l’anno dopo è diventata la sagra del panino e della porchetta, successivamente è finita la porchetta e poi è finita la Notte Bianca. La mala amministrazione non sta da questa parte, sta altrove – ha detto Eugenia mostrando tutto il carattere -. Vedrete al ballottaggio, staranno tutti insieme perchè quelle poltrone non le vogliono proprio lasciare! Sul sito del Comune gli amministratori hanno dovuto dichiarare il proprio reddito: abbiamo avuto in passato 8 consiglieri a reddito zero o quasi! Io sono fierissima della mia squadra perchè da Sora non dobbiamo avere niente, dobbiamo solo dare. Invece di scrivere cavolate – ha detto ancora Eugenia riferendosi ad una nota stampa diramata ieri – invito i candidati sindaco ad un confronto sui programmi. Noi parliamo di cose serie, concrete, non diciamo ciò che non possiamo realizzare. Cerchiamo di riportare Sora ad un livello di accettabilità. Oggi ci sono scuole chiuse, studenti che non sanno dove andare. Ripartiamo in maniera corretta – ha detto ancora Eugenia – e una volta raggiunto il livello zero, cercheremo di edificare, di far ripartire questo territorio. Siamo usciti da tutti i circuiti, non siamo capaci di fare niente, solo debiti! E debiti per quali opere concluse? La pista ciclabile dove sta? La scuola di Renzo Piano dove sta? Abbiamo soltanto comprato un terreno per rifare il mattatoio. Però, lo sapete, lì non c’è la fogna! Sapete cosa vuol dire? Questa Amministrazione ha prodotto 3 milioni di debiti e 5 milioni di disavanzo. Ecco ciò che ci lascia De Donatis e gli altri che sono nelle tre squadre. A noi non sta bene tutto questo. Proponiamo una cosa differente. Vi prometto impegno, dedizione e abnegazione. Il cambiamento ha bisogno di voi”.

Messaggio elettorale per Eugenia Tersigni Sindaco di Sora – Committente responsabile Lauro Chiaro

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS