Sora – Eugenia incontra i residenti di Rione Napoli (VIDEO) | TG24.info
Aggiornato alle: 16:17 di Lunedi 18 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Eugenia incontra i residenti di Rione Napoli (VIDEO)

 ULTIME NOTIZIE
21 Settembre
18:19 2021

 

 

 

 

 

Eugenia Tersigni e la sua squadra alla “Villetta” di Costantinopoli incontrano i residenti: serata memorabile!!!

In occasione della seconda tappa del “tour dei quartieri”, Eugenia e i suoi hanno scelto piazzetta XIII Gennaio a Costantinopoli, quale punto centrale tra via Cellaro, via Ponte Olmo, via Trecce/Pantano, viale San Domenico, via Napoli, Agnone, Tofaro e strade limitrofe. Circondati da una folla attenta e partecipe, hanno illustrato il programma elettorale relativo alla città e alla zona. Sono infatti numerosi i problemi che vivono i residenti che da anni attendono soluzioni concrete.

“La zona qui è da sempre abbandonata – ha spiegato Anna Maria Bellisario – marciapiedi impraticabili, incuria, mancanza di illuminazione. L’unica cosa che gli attuali amministratori ci hanno regalato è un campetto da golf che non so a chi servirà. Noi abbiamo un obiettivo: aiutare gli ultimi, aiutare tutti. Qui le criticità sono tante – ha detto ancora – Penso ad un asilo storico, che è un Ipab, che da quest’anno non c’è più perchè è stato fatto chiudere. E’ un’altra ferita alla nostra città. Dobbiamo rivendicare la nostra dignità. Don Milani diceva: ribellarsi è giusto. Vi invito a votare questa donna straordinaria, Eugenia Tersigni, una donna coraggio che ha capito che questa città va cambiata ma da gente pulita”.

A prendere la parola sono stati diversi candidati delle 5 liste a sostegno di Eugenia. Rosa Ricci che ha illustrato le criticità di via Camangi, del Parco Nassirya, dell’asilo comunale, della scuola. E poi Tiziano Lombardi che ha parlato dei problemi di Ponte Olmo, altra zona abbandonata da anni. Ha spiegato la necessità di intervenire sui fossi, sul sistema di deflusso delle acque, sulla pubblica illuminazione. E poi di una questione molto sentita dai residenti: la sicurezza. “Una famiglia non si sente sicura di lasciare incustodita la propria casa, questo non è accettabile”. E poi ancora sulla necessità di informatizzare il Comune: “non è possibile – ha detto – che la maggior parte dei procedimenti si facciano ancora su carta”. Dora Lombardi ha focalizzato la sua attenzione sulla scuola, sulle ore tagliate al servizio della specialistica, alla necessità di aprire un dialogo tra Scuola e Comune che oggi non c’è.

“Va aperto uno sportello di ascolto – ha detto – uno sportello di screening oltre alle Casa di Comunità, un progetto che sta portando avanti il dottor Conte. Chi ha bisogno dovrebbe avere non solo le cure primarie ma anche quelle secondarie – ha detto – Questa è l’ultima possibilità che abbiamo per salvare Sora”.

A prendere la parola è stato anche Claudio Matteucci: “È tempo di concretezza – ha detto – È tempo di amministrare bene e soltanto Eugenia può farlo. Vi invito a guardare fuori dalla finestra, a guardare lo scempio. L’ecomostro qui a due passi è un pugno nello stomaco. Piazza Vittorio De Sica nel degrado. Pensando agli attuali amministratori mi chiedo: ma è questo il loro impegno? Noi vogliamo scrivere una storia diversa, non è presunzione ma consapevolezza”. E poi ancora Larissa Fabiani che ha incentrato il suo intervento sulla Salute, sulla necessità di installare dispositivi di primo intervento in città, di incrementare i servizi dedicati alle donne. Paolo Ceccano ha poi chiesto: “Ma davvero le persone che hanno affossato Sora sono quelle che dovrebbero farla ripartire? Ripartiamo con Eugenia, una donna che chi la conosce sa quanto vale e quali capacità ha. Ripartiamo, riportiamo le persone ad avere fiducia nelle Istituzioni e nella Politica. Dobbiamo uscire dalla repressione, c’è bisogno di entusiasmo. Eugenia sarà quel sorriso che farà rinascere Sora. Dopo Enzo Petricca, ha preso la parola anche Danilo Alviani che ha parlato dei problemi del quartiere e di quelli legati alla sicurezza.

A chiudere gli interventi è stata la candidata sindaco Eugenia Tersigni.
“Vengo a proporvi una politica diversa – ha detto – Una squadra differente. Non abbiamo voluto i vecchi politici. Non crediamo nell’arca di Noè. Abbiamo visto il fallimento della piattaforma di De Donatis. Non possiamo sbagliare di nuovo. Vogliamo cambiare il modo di fare politica. Vogliamo dire no agli interessi, agli orticelli, no ai piaceri ad personam. Crediamo nel buon amministrare per tutti. Crediamo ad una Sora diversa che dia futuro ai nostri ragazzi”. E poi relativamente al programma ha parlato di scuola, in particolare dell’Arduino Carbone che è chiusa a causa di lavori iniziati a pochi giorni dalla ripresa delle lezioni.

“Abbiamo – ha detto -una spianata e aspettiamo la scuola d Renzo Piano. Ce lo auguriamo ma per ora non c’è. Io sono a favore della scuola di Renzo Piano – ha detto Eugenia – però credo anche che non si possa distruggere senza dare una soluzione subito. Penso anche al mattatoio che dava lavoro a diverse persone. Io vedo solo debiti – ha detto ancora – che ci accompagneranno per tanti anni. Noi non vogliamo più ricorrere ai mutui per i lavori pubblici. Sora deve essere capace di ottenere finanziamenti”. In un lungo intervento interrotto più volte dagli applausi dei numerosi cittadini presenti, Eugenia ha parlato anche di lavoro, di sport, di commercio, di cultura, delle associazioni, delle manifestazioni, del decoro. E poi dei problemi dell’Agnone, di Tofaro. “Il fiume è una ricchezza – ha detto – ma è inguardabile”. E poi lo scempio dell’antenna di via Cellaro che è stata installata perché in Comune non hanno letto le pec. “Un’antenna installata senza che nessuno sapesse nulla!”. Ancora: le condizioni dell’asfalto di viale San Domenico e via Napoli. E poi Eugenia ha parlato dei numerosi problemi legati alle case Erp. Fra questi, ha detto: “Sono state fatte tante promesse relativamente all’affitto, al riscatto e alle vendita di questi immobili”. Per poi aggiungere “Non credete alle false promesse” e poi chiudere l’intervento: “Mi appello all’orgoglio sorano per far tornare Sora punto di riferimento. Vi chiedo di dichiarare il cambiamento di questa città!”.

Messaggio elettorale per Eugenia Tersigni Sindaco di Sora – Committente responsabile Lauro Chiaro

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS