Sora – Comune, democrazia fai-da-te: le opposizioni si rivolgono al prefetto | TG24.info
Aggiornato alle: 20:30 di Giovedi 6 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Comune, democrazia fai-da-te: le opposizioni si rivolgono al prefetto

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Comune, democrazia fai-da-te: le opposizioni si rivolgono al prefetto
08 Agosto
16:33 2018

 

 

Assolutista. Assolutista è chi si comporta da padrone assoluto e pretende che la sua volontà sia regola per tutti. Assolutista è chi non ammette in altri idee e opinioni diverse dalle proprie.  Assolutista è la definizione che, per certi versi, meglio rispecchia l’atteggiamento del governo De Donatis. Che fine hanno fatto trasparenza, chiarezza e partecipazione? E’ in conseguenza a questo atteggiamento assunto dal governo cittadino che i Consiglieri Comunali Fabrizio Pintori e Antonio Farina hanno dovuto diramare, poco fa, una nota congiunta, denunciando “lacune” ed al contempo chiedendo di ripristinare le funzioni degli organi che sono preposti a garanzia del metodo democratico. Hanno presentato un esposto al Prefetto spiegando che mai si era arrivato a tanto. In effetti, a ripensare a come si inalberava (l’obiettivo vero era soltanto andare a comandare?) l’allora consigliere comunale di minoranza Roberto De Donatis contro l’Amministrazione Tersigni, oggi vien da indignarsi. Mai il sindaco Ernesto Tersigni ha limitato o snobbato il ruolo delle opposizioni, mai ha limitato il dialogo democratico.

<<Lo scorso 9 luglio i Consiglieri Comunali Fabrizio Pintori e Antonio Farina, in qualità di membri della III Commissione Consiliare “Istruzione – Formazione professionale – Cultura  – Turismo – Sport – Tempo libero”, hanno depositato un’istanza rivolta al Presidente della Commissione, il Consigliere De Gasperis, per chiederne la convocazione al fine di effettuare un sopralluogo su un impianto sportivo ed audire il gestore della struttura ed un dirigente del Comune.

Ad oggi, nonostante la convocazione sia obbligatoria e sia anche previsto che, in caso di inerzia del Presidente della Commissione, provveda in sua vece il Presidente del Consiglio Comunale, non si è al corrente di alcuna conseguente iniziativa da parte dell’Amministrazione. Pertanto, è stato presentato un esposto al Prefetto per rappresentare l’intera vicenda.

Ancora una volta l’Amministrazione De Donatis calpesta i diritti e le prerogative dei Consiglieri di opposizione. Era questo il cambiamento che il Sindaco De Donatis voleva realizzare con la sua elezione?

Quali sono le ragioni che impediscono la convocazione della Commissione “Cultura e Sport”?, Ci sono forse situazioni da occultare?

Eppure fu proprio il Sindaco De Donatis che – nel febbraio 2016 – da Consigliere di opposizione -, insieme a Baratta, Caschera, Lecce e Mosticone (oggi membri della sua Amministrazione) attaccando l’Amministrazione Tersigni dichiarò: “(…) è ora di fare chiarezza per capire se ciò che è di pubblico interesse sia diventato invece business privato, (…) È ora di scacciare i mercanti dal tempio della cosa pubblica”. Allora De Donatis stava in opposizione oggi, invece, amministra la città ma quelle dichiarazioni sono rimaste lettera morta. Dopotutto era il febbraio del 2016, la campagna elettorale per le comunali era alle porte e si sa di dichiarazioni e promesse se ne fanno tante, ma mantenerle è tutta un’altra cosa>>.

Red.

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS