Aggiornato alle: 20:00 di Giovedi 23 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Comunali, accordo possibile tra Vinciguerra e De Donatis?

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Comunali, accordo possibile tra Vinciguerra e De Donatis?
12 Aprile
16:21 2016

 

 

 

 

 

 

 

La stampa ha definito “patto delle vongole” il possibile accordo tra i candidati sindaco Augusto Vinciguerra e Roberto De Donatis, “beccati” a pranzo insieme in un noto ristorante della città. Ma come, si chiederà – spiazzato ma non troppo – qualcuno: Vinciguerra non aveva detto che non avrebbe fatto accordi con De Donatis?!? E adesso, che succede? La paura di perdere le elezioni fa miracoli?

Lui, il dottor Vinciguerra, intervistato in occasione della presentazione della piattaforma “civica”, in effetti disse di De Donatis: “con Roberto abbiamo parlato, ci legano una serie di campagne elettorali fatte insieme… c’è comunque una differenza: lui ha deciso, sempre in piena libertà e autonomia, di scegliere i suoi partner dell’opposizione – ovvero Forza Italia, ndr – io sarei stato più attento; lui ha deciso di fare così, io ho deciso di rimanere abbastanza autonomo da quelle che sono le scelte più partitiche di un certo senso, la mia storia la conoscete”. Una chiusura abbastanza chiara, condita dalla dicotomia tra buoni (noi) e cattivi (loro). Eppure ora le cose potrebbero cambiare e queste dichiarazioni venir…rimangiate. Forse perché si è giunti alla conclusione che “l’unione fa la forza” e che soltanto in questo modo Davide possa sconfiggere Golia (la storia del fanciullo che sconfisse il gigante non a caso è stata citata da Giacomo Iula durante la presentazione della piattaforma di De Donatis al ristorante Olimpus)?
Forse. O forse no. Intanto ora in città ci si chiede, cos’è cambiato per davvero? C’è o non c’è alla base di questi gruppi un vero progetto politico per i sorani? L’incertezza e il dubbio a tratti prendono il sopravvento e alla luce della “solita” logica spartitoria di partiti e correnti a cui l’Italia purtroppo è abituata, c’è chi sul menù del pranzo a base di vongole mette anche le poltrone. Del resto, Andreotti, uno che di politica ne masticava, diceva: “A pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina”. (foto ilcinemadigiulia.blogspot.it)
IM

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE