Aggiornato alle: 04:00 di Lunedi 21 Settembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Coletta nominato assessore, pronte critiche da Rinascita-Spazio Identitario

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Coletta nominato assessore, pronte critiche da Rinascita-Spazio Identitario
16 Luglio
19:21 2020

 

 

 

 

Nuovo ingresso nella Giunta Comunale di Sora. Stamani, Natalino Coletta, lasciando il suo scranno in Consiglio comunale, ha accettato la nomina di Assessore. Immediata la critica di Rinascita-Spazio Identitario.

Il Sindaco Roberto De Donatis, con proprio decreto, ha assegnato al neo assessore la delega nelle seguenti materie: Ambiente e rapporti con la Società Ambiente e Salute Srl; Mobilità Sostenibile e misure tese alla sostenibilità ambientale, Toponomastica.

Contestualmente, stamani, Sandro Gemmiti ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di Assessore. Tornano, quindi, al primo cittadino tutte deleghe che gli erano state conferite: Politiche Culturali; Rapporti con Enti ed Associazioni Culturali; Programmi delle Manifestazioni Culturali organizzate dal Comune ed Interventi a sostegno di quelle di altri Enti; Servizi Bibliotecari e Archivistici (Archivio Storico);  Beni Archeologici; Recupero e Valorizzazione del Patrimonio artistico-archeologico; Politica per la Trasparenza Amministrativa: Amministrazione Digitale, Acquisizione e Organizzazione delle Risorse Informatiche; Innovazione.

Risultano rimodulate anche le materie di competenza del Vice Sindaco Fausto Baratta. A lui il Sindaco ha conferito le seguenti deleghe: Personale; Condono edilizio e vigilanza urbanistica; Rapporti con il mondo dell’Università; Promozione dell’immagine della Città di Sora nei circuiti nazionale ed internazionale; Promozione di Sora quale Città della Pesca sportiva e salotto di promozione delle eccellenze agricole ed enogastronomiche delle tre Valli; Protezione Civile. Passaggio di consegne anche per la delega in Toponomastica che era assegnata all’Assessore Maria Gabrielle Paolacci ed oggi è stata conferita all’Assessore Coletta.

Immediate le critiche da parte di Francesco Monorchio – Presidente Rinascita-Spazio Identitario.

“La nomina di Natalino Coletta nella Giunta del Comune di Sora era nell’aria – scrive Monorchio in un comunicato –  il degno coronamento di un comportamento sistematicamente irriguardoso da parte del Sindaco verso i tanti cittadini che lo avevano supportato. Ci riferiamo in questo caso non solo agli elettori ma anche a chi si era candidato nelle sette liste a sostegno del Sindaco. Premesso, onde evitare spiacevoli incomprensioni, che si critica l’opportunità della nomina del neoassessore Coletta in contemporanea con l’assessore Paolacci, prescindendo quindi da qualsiasi valutazione di merito sulle due figure.

Il Sindaco in un’intervista ha parlato di questo cambiamento come finalizzato alla valorizzazione delle risorse dei suoi uomini: questa cosa è inaccettabile. La scelta è chiaramente frutto di accordi pregressi. Ma ciò che più lascia perplessi è come decine di candidati (molti dei quali qualificati da titoli professionali e/o da ampio consenso elettorale) siano stati trattati come carne da macello, nella più totale indifferenza dovuta alla ricerca, fin dal primo istante, di precari e fallimentari equilibri.

La scelta è anche non rispettosa dell’elettorato, in senso più esteso, del Sindaco: adesso sia lui che 2 assessori su 5 sono espressione di una lista (Patto Democratico) che ha ricevuto un consenso modesto (750 voti, meno del 5%). Nello specifico Coletta e Paolacci hanno ricevuto 143 ​e 120 preferenze, di cui molte in abbinamento (quindi meno della somma).
Chi semina raccoglie, ma quando si semina vento… “.

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

Sorry. No data so far.

SOCIAL
TOP NEWS