Sora – Ciclismo vintage organizzato dall’Unione Ciclistica Sora | TG24.info
Aggiornato alle: 23:01 di Venerdi 7 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Ciclismo vintage organizzato dall’Unione Ciclistica Sora

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Ciclismo vintage organizzato dall’Unione Ciclistica Sora
01 Ottobre
21:09 2019
Riceviamo e pubblichiamo nota a firma dell’ufficio stampa Unione Ciclistica Sora.

Maglie di lana, strade sterrate e polverose. Borracce di metallo, caschetti di gomma e giornata di pioggia. Il pretesto di un’uscita in bicicletta per riannodare il filo di memorie e narrazioni che ci unisce con la storia. Quale sport ha percorso tutti gli avvenimenti del Mondo, ha concesso opportunità di rivalsa, di riscatto sociale e infiammato gli scenari vissuti da centinaia di popolazioni? Il ciclismo e le evoluzioni del velocipede – arrivato a oggi al limite della perfezione tecnica e aerodinamica – protagonista delle imprese di campioni rimasti scolpiti nelle teche televisive e nei musei a loro dedicati. L’Unione Ciclistica Sora domenica 22 settembre ha aperto una finestra sul ciclismo d’epoca e realizzato una mattinata di sport dal sapore vintage: “La pedalata. L’antico sapore della bicicletta tra strade, racconti e passione”. I ciclisti temerari hanno sfidato il clima da Parigi-Roubaix, da grande classica del Nord, in un’iniziativa nata grazie all’attenzione che negli anni la realtà bianconera ha studiato e ammirato in altri contesti, in risalto per l’atmosfera unica, amichevole e significativa delle due ruote d’antan. La data scelta ha richiamato ricorrenze particolari: nel 1919 nasceva l’indimenticato e indimenticabile Fausto Coppi, il “Campionissimo” di Castellania e l’Unione Ciclistica Sora, con la pedalata storica, ha concluso la settimana di ricordi ed emozioni legati all’icona del ciclismo italiano. E sempre in questi giorni si ricorda l’impresa di Fiume durante la Prima Guerra Mondiale, celebrata da Gabriele D’Annunzio, nella quale il 1° Battaglione dei bersaglieri ciclisti ricoprì un ruolo di protagonista. Le bici d’epoca fiammanti sono arrivate, nonostante le condizioni meteorologiche difficili e le forature prontamente riparate dall’ammiraglia al seguito dei valorosi partecipanti, fino alla Riserva Naturale del Lago di Posta Fibreno sul tracciato sterrato della splendida area protetta lacustre, per festeggiare sulle sue rive una pedalata destinata a rinnovarsi negli anni. Il ciclismo ha radici lontane, di pari passo con i nostri scatti nel tempo. E le immagini di una domenica di fine settembre, seppur a colori, evidenziano la vocazione del ciclismo: un castello aperto dove transitano storie incredibili. (Fonte: comunicato stampa)

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS