Sora – Carnello, la particolare “preghiera” di genitori e bambini: chi si occupa della sicurezza dei nostri figli? | TG24.info
Aggiornato alle: 19:14 di Martedi 26 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora – Carnello, la particolare “preghiera” di genitori e bambini: chi si occupa della sicurezza dei nostri figli?

 ULTIME NOTIZIE
Sora – Carnello, la particolare “preghiera” di genitori e bambini: chi si occupa della sicurezza dei nostri figli?
24 Novembre
18:46 2020

 

 

Da troppo tempo ormai i genitori degli alunni del plesso scolastico di Carnello, che comprende le classi della scuola elementare e media, invocano un intervento mirato a mettere in sicurezza l’attraversamento pedonale dinanzi l’ingresso della struttura.

Ora che il delegato ha anche “rinnovato” la sua collocazione politica, le famiglie auspicano che trovi il tempo per prestare un po’ di attenzione al rischio a cui, tutti i giorni, i bambini sono esposti. La stessa Polizia Stradale di Sora aveva già inoltrato alcune segnalazioni in merito, evidenziando l’inconfutabile criticità.

Chi transita sul tratto in questione di via Bonomi, direzione Isola del Liri, è costretto a rallentare in quanto sulla strada c’è un dissuasore di velocità. Sul lato opposto invece, direzione Sora, non c’è alcun dosso che obblighi gli automobilisti a decelerare per cui, spesso, si verificano circostanze particolarmente rischiose. In diverse occasioni, solamente il riflesso dei genitori scrupolosi ha evitato il peggio. E sono proprio questi ultimi a rivolgere una particolare preghiera.

«Al Signore Nostro Dio ed al Signore Lino Caschera, affinché veglino sui nostri figlioli e mettano in atto tutto il loro “potere” per preservare i bambini da ogni pericolo», con l’auspicio che si compia un miracolo ed un altro dissuasore di velocità venga posto sull’altro lato dell’attraversamento pedonale, così da garantire maggiore protezione su una strada che ė parecchio trafficata, non solo da automobili ma anche motocicli, furgoni, pullman, camion.

C’è da aggiungere, come se non bastasse, che su entrambi i lati di percorrenza non esiste alcuna segnaletica verticale che indichi il pericolo dovuto alla presenza della scuola, dei bambini, o inviti a rallentare, quando anche le strisce pedonali sono ormai sbiadite, quasi impercettibili. Negli anni, tante le segnalazioni inoltrate all’attenzione del sindaco Roberto De Donatis, dalla stessa scuola oltre che dalle famiglie. La redazione del Tg24.info si è fatta portavoce in diverse occasioni. Segnalazioni puntualmente ignorate. Adesso che la “letterina” ė stata inviata direttamente al delegato Lino Caschera, si spera in un intervento tempestivo. Non deve succedere che qualche bambino venga investito, sarebbe una “tragedia annunciata” giá troppe volte, un’omissione grave, una conseguenza alla superficialità amministrativa che non trova giustificazione alcuna.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS