Sora / Broccostella – Polpette avvelenate continuano a fare vittime, diverse le segnalazioni | TG24.info
Aggiornato alle: 19:31 di Giovedi 6 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sora / Broccostella – Polpette avvelenate continuano a fare vittime, diverse le segnalazioni

 ULTIME NOTIZIE
Sora / Broccostella – Polpette avvelenate continuano a fare vittime, diverse le segnalazioni
17 Marzo
16:31 2021

 

 

Un gesto inqualificabile: fare delle polpette avvelenate per uccidere i cani randagi, solo a pensarlo è già disumano. Purtroppo sono diverse le testimonianze in tal senso, tra Sora e Broccostella, come anche le vittime tra i nostri amici a quattro zampe. La redazione di Tg24.info ha voluto contattare l’ambulatorio veterinario che, negli ultimi giorni, ha salvato la vita ad alcuni pelosetti, rispondendo anche alle segnalazioni dei cittadini.

Le polpette dal caratteristico colore blu vengono preparate con l’aggiunta di veleno molluschicida, ovvero la metaldeide, comunemente conosciuta come “lumachina”: il fitofarmaco ha un odore ed un sapore dolciastro, per cui i cani ne sono ghiotti.

Il dottor Francesco Perruzza ci spiega che i sintomi dimostrati sono generalmente spasmi, tremore, attacchi simili epilettici, sbandamento, perdita di coscienza: in questi casi la tempestività è fondamentale per cui la prima raccomandazione è quella di contattare immediatamente il veterinario; più il tempo passa più il veleno viene assorbito dall’organismo. Il professionista potrebbe dare delle istruzioni per indurre l’emesi attraverso l’uso di sale grosso o acqua ossigenata: è bene tener presente che questi espedienti devono essere messi in atto solo ed esclusivamente dietro precise indicazioni del medico, in quanto potrebbero provocare ulteriori complicazioni. La cosa migliore da fare, quindi, è quella di affidare il cucciolo alle cure del veterinario nel più breve tempo possibile.

E quanto successo ad Olivia, una cagnolina recentemente salvata dal dottor Perruzza, che inavvertitamente aveva ingerito una polpetta blu durante una passeggiata con la sua famiglia presso il territorio comunale di Broccostella. Purtroppo non ce l’ha fatta la tenera Chantal, un pastore tedesco, bellissima ed affettuosa, di proprietà di un’altra residente in Broccostella. Una segnalazione, inoltre, conferma la presenza delle polpette blu sul marciapiede limitrofo la SS627, sempre a Broccostella.

Il dottor Francesco Perruzza ci conferma nuovi casi che riguardano il comprensorio sorano per cui lui stesso provvederà a denunciare alle autorità competenti la presenza di esche volutamente confezionate, ben diverse dall’avvelenamento accidentate.
Sara Pacitto

 

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS