Aggiornato alle: 21:29 di Lunedi 26 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sgurgola – “O saldi il vecchio o i tuoi figli restano a piedi”, bambini lasciati a scuola dal pulmino

 ULTIME NOTIZIE
Sgurgola – “O saldi il vecchio o i tuoi figli restano a piedi”, bambini lasciati a scuola dal pulmino
25 Settembre
10:30 2020
È successo ieri mattina a Sgurgola, il primo giorno di scuola. Un uomo si è trovato costretto a correre subito a scuola, perché i suoi figli di 7 e 10 anni erano stati lasciati a piedi dallo scuolabus.

Questo il racconto del papà che si è recato, qualche giorno prima dell’inizio della scuola, presso gli uffici comunali per pagare 70 euro per le corse dello scuolabus dei suoi bambini. All’ufficio gli avrebbero fatto presente che c’erano delle insolvenze e che avrebbe dovuto pagarle immediatamente. L’uomo disperato avrebbe spiegato che a causa del Coronavirus aveva perso il lavoro nei mesi precedenti, che già era precario e che assunto da poco presso un’altra ditta, a fine settembre avrebbe percepito lo stipendio e saldato il tutto. Quindi pagate le 70 euro per il trasporto scolastico del nuovo mese, pensava che i suoi bambini ieri sarebbero stati trasportati fino a casa. Invece sono rimasti a piedi nel piazzale della scuola. La moglie dell’uomo non guida e quindi lui si è precipitato a riprendere i figli. Il papà è disperato perché dagli uffici comunali non avrebbero nessuna intenzione di aspettare la fine del mese per il saldo del vecchio insoluto. L’uomo ha spiegato che così facendo non potrà mandare i figli a scuola fino a quando non riscuoterà lo stipendio e dagli uffici gli avrebbero risposto che non è un loro problema e che vorrà dire che i suoi figli torneranno a scuola quando avrà pagato il tutto. Il papà ferito nell’orgoglio è andato via, sua intenzione è quello di pagare, non ha colpe se con la pandemia è rimasto senza lavoro. I suoi figli non potranno andare a scuola fino al prossimo stipendio. Abbiamo cercato di contattare il sindaco Antonio Corsi per aver qualche notizia in più, purtroppo al momento ancora non ha risposto al telefono. Ci auguriamo che questa vicenda sia risolta nel più breve tempo possibile, soprattutto per i bambini che non potranno frequentare la scuola.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS