Aggiornato alle: 22:37 di Venerdi 4 Dicembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sgurgola – La testimonianza di Sara: “Come ho vinto la battaglia contro il Cancro”

 ULTIME NOTIZIE
Sgurgola – La testimonianza di Sara: “Come ho vinto la battaglia contro il Cancro”
21 Novembre
16:28 2020
La testimonianza di Alessandra Di Marcelli, la ragazza guarita dal cancro, è un messaggio di speranza per chi sta affrontando un percorso così difficile e sconosciuto, ha aperto la strada alla condivisione di un dolore che può essere affrontato meglio se esternato. La disperazione nasce dall’idea che non ci sia più nulla da fare, ma non è così, nella vita c’è sempre qualcosa che si può fare.

Oggi Sara Ponzi, una ragazza di 24 anni condivide la sua storia, il suo è un messaggio di forza e di determinazione, elementi essenziali che infondono coraggio nell’ affrontare una battaglia tanto dura. “Sono Sara ho 24 anni e vengo da Sgurgola. La mia storia inizia il 17 gennaio del 2014, quando il mio medico curante il dott. Marco Bracci mi manda a fare una visita ematologica, per il sospetto dato da un linfonodo che si era gonfiato sul collo. Mi sono recata all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, poiché avevo ancora 17 anni. Dopo svariati controlli, una biopsia del linfonodo e del midollo spinale, il medico che mi seguiva mi comunica che avevo il Linfoma di Hodgkin. Inizialmente mi sono sentita molto impotente, ma poi, come si suol dire ho preso il toro per le corna. Sono andata avanti per i miei genitori e mio fratello, che mi sono sempre stati vicino e per tutti i miei familiari, ma soprattutto per me stessa. Inizio le chemio, che arrivano ad essere 12 e poi 14 radio, il tutto diventava sempre più pesante, ma sono andata avanti con tanta forza e determinazione. Quel periodo combaciava con le feste estive del mio paese io ho fatto tutto ciò che potevo in prima persona. Nel frattempo festeggio i miei 18 anni tanto attesi, con una magnifica festa, con tutti coloro che mi erano stati vicini in quel periodo, perché sono state tante le persone, che anche solo con una telefonata o con un messaggio, mi sono state vicino. Finalmente il 24 dicembre mi arriva la risposta tanto attesa, AVEVO VINTO IO questa tremenda battaglia, così ho preso il telefono e ho fatto tante telefonate per comunicare a tutti che ero guarita. Ora vivo tutto con intensità perché la vita è una e va goduta giorno per giorno.”

Anna Ammanniti

 

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS