Santopadre – “Chierichetta a quattro zampe” scuote sensibilità di tutta Italia e non solo | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di Venerdi 23 Aprile 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Santopadre – “Chierichetta a quattro zampe” scuote sensibilità di tutta Italia e non solo

 ULTIME NOTIZIE
Santopadre – “Chierichetta a quattro zampe” scuote sensibilità di tutta Italia e non solo
09 Luglio
16:31 2019

 

Questa è la storia di Lady, una cane meticcio di circa 6 anni, femmina, taglia medio grande, pelo chiaro, che vive nei borghi di Santopadre ed è diventata una vera e propria star perché ogni giorno, insieme ai comuni fedeli, prende parte alle funzioni religiose tenute dal parroco don Giuseppe Rizzo presso la chiesa di San Folco Pellegrino.

Tutto è partito da uno scatto realizzato da Rocco Di Nota, giovane fotografo e video maker ciociaro, che ritrae Lady accucciata nell’area del presbiterio, dietro l’altare centrale. La foto, pubblicata ad inizio giugno su Facebook, è diventata immediatamente virale: oggi conta circa 8.330 condivisioni. Nel post, riferendosi alla cagnolona, Rocco scrive «Ogni domenica va ad ascoltare la messa. Guardando questa foto mi faccio tante domande. Credo davvero che gli animali non sono loro. Approfitto per esprimere la grande stima ed ammirazione che provo per il parroco di questo paese che permette a questo cucciolo di far parte della funzione religiosa. Grande!».

A tutti gli effetti Lady è una randagia che vive nella piazzetta antistante la chiesa, mansueta e coccolona, amica di grandi e bambini, adottata da un’intera comunità, costituita da 1300 anime, che amorevolmente se ne prende cura. Durante i festeggiamenti padronali di fine maggio, impaurita dai fuochi d’artificio, la pelosona entra e si rifugia in fondo alla chiesa, dove trova don Giuseppe e le sue coccole. Rassicurata dall’affetto del parroco, diventato suo migliore amico, da allora la cagnolona assiste con costanza alle funzioni religiose insieme ai fedeli, buona buona, come se rispettasse la sacralità del luogo che la ospita, dietro l’altare, vicino al suo “protettore”. Una chierichetta a quattro zampe.

La storia che ha catturato l’attenzione non solo a livello nazionale: riportata dalle testate locali ma anche dalle più diffuse riviste italiane di attualità come “Gente” e “Giallo”, per finire su “Studio Aperto” il notiziario di Italia1 ed il giornale telematico più importante della Polonia. L’amore, la tenerezza e la sensibilità del parroco e degli abitanti del piccolo comune di Santopadre hanno emozionato tutti: un episodio che va oltre il tradizionale concetto di accoglienza quando, qualche giorno prima, aveva fatto discutere la vicenda di Pavel, il labrador a cui era stato vietato l’ingresso nella chiesa “Beato Pier Giorgio Frassati” di Torino, negandogli la partecipazione al funerale del suo migliore amico.
Sara Pacitto

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS