Sant’Elia – Aggredisce la nonna al buio e poi scappa, denunciato | TG24.info
Aggiornato alle: 09:09 di Lunedi 18 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Sant’Elia – Aggredisce la nonna al buio e poi scappa, denunciato

 ULTIME NOTIZIE
Sant’Elia – Aggredisce la nonna al buio e poi scappa, denunciato
26 Agosto
17:42 2017

 

 

Stacca la corrente in casa della nonna, probabimente per rapinarla, e rischia di farla morire dissanguata.

E’ stato individuato in brevissimo tempo l’autore del maldestro tentativo di rapina messo in atto nella tarda serata di venerdì 25 agosto in un’abitazione di Sant’Elia Fiumerapido dove, una donna di 85 anni, è stata trovata a terra, visibilmente scossa e spaventata, in una pozza di sangue per le numerose ferite e le contusioni riportate agli arti superiori. La poveretta, terrorizzata aveva gridato fino a farsi sentire.

La stessa ha poi riferito ai carabinieri della Compagnia di Cassino di essere stata spintonata da uno sconosciuto. Non era riuscita a vederne il viso in quanto, poco prima, era andata via l’energia elettrica, provocando nell’abitazione il “buio assoluto”. Inoltre, nel muoversi a tentoni nell’abitazione, l’anziana ha sbattuto provocandosi ulteriori lesioni agli arti con conseguente perdita di sangue. Sul posto in pochissimo tempo sono arrivati sanitari del 118 che hann trasportato la donna al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino. Qui è stata medicata e giudicata guaribile in dieci giorni anche se necessita di un lungo periodo di riposo. Quella che quindi sembrava essere una rapina, con lo stesso modus operandi di quella messa in atto qualche giorno fa a danno di don Luigi Casatelli parroco di Pontecorvo, si è poi rivelato essere un maldestro tentativo da parte del nipote di introdussi a casa della nonna. Al momento i motivi restano ancora da chiarire.

Le serrate attività info-investigative portate dai Carabinieri durante la notte, hanno però consentito di capire che l’intruso aggressore, che aveva chiuso l’interruttore generale dell’energia elettrica prima di introdursi in casa, era un ventuenne che messo alle strette ha ammesso ogni cosa. Una bravata che gli è costata una denuncia presso la Procura della Repubblica di Cassino, per i reati di “lesioni personali e violazione di domicilio”.

@nicoletti

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS