Aggiornato alle: 20:30 di Giovedi 4 Giugno 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

San Donato – Miracolo in campo durante il Memorial al Tenente Simone, Piergiorgio è fuori pericolo

 ULTIME NOTIZIE
San Donato – Miracolo in campo durante il Memorial al Tenente Simone, Piergiorgio è fuori pericolo
18 Dicembre
18:17 2019

 

 

 

Infarto sul campo durante il Memorial sportivo in onore del Tenente dell’Aeronautica Maurizio Simone, l’avvocato di Cassino Piergiorgio Gentile sta bene ed è fuori pericolo.

Un vero e proprio miracolo, a detta dei presenti, che hanno sentito la mano protettiva del compianto Tenente di San Donato scomparso il 18 dicembre del 1985. In suo ricordo, proprio oggi è stata celebrata una Santa Messa.

“Sarebbe bastata una manciata di minuti, il tempo di terminare una doccia e le cose sarebbero potute andare diversamente per Piergiorgio – ha raccontato l’amico ed ufficiale dell’Aeronautica Orfeo Rossi, presente quel giorno -. Invece, il fato ha voluto che sotto quella doccia, sabato mattina, negli spogliatoi del campo sportivo di San Donato, a conclusione di un incontro del Torneo Triangolare di calcio Memorial Tenente Maurizio Simone, vi fosse il Colonnello Loreto Perrella, medico cardiologo, molto esperto proprio in rianimazione cardio-polmonare. Ed è così che, quando Piergiorgio è caduto a terra, in arresto cardio-respiratorio, nel corso della seconda partita appena iniziata, il dottor Perrella ha immediatamente indossato accappatoio e ciabatte e si è precipitato in campo per soccorrere il giovane esanime. Solo dopo diversi cicli di massaggi, il cuore di Piergiorgio è ripartito, consentendo le funzioni vitali all’arrivo dei Sanitari del 118 di Sora e subito dopo dell’eliambulanza.

Semplice fato, dunque, o una vera e propria discesa sul campo dell’indimenticabile Maurizio Simone? Eh sì, perché senza un aiuto provvidenziale, le cose sarebbero potute andare molto diversamente. Oggi Piergiorgio Gentile, dopo un delicato intervento chirurgico avvenuto in un ospedale di Roma, dove era stato elitrasportato sabato scorso, è cosciente e fuori pericolo. Degne di menzione, in questa storia a lieto fine – ha voluto sottolineare Rossi – sono le meritate opere dei dottori Ulberico Rosa e Patrizia Capoccia, che hanno coadiuvato il cardiologo Perrella e dei calciatori in campo (Rappresentativa Avvocati del Foro di Cassino e 72 ^ Stormo dell’Aeronautica Militare) che hanno prestato aiuto nelle fasi di atterraggio e decollo dell’elicottero di soccorso”.

Il Tenente Maurizio Simone, Ufficiale della Pattuglia Aeronautica “Falchi Blu”, del quale ricorre oggi l’eroica scomparsa, immolò la propria giovane vita il 18 dicembre del 1985 nei cieli di Guidonia, quando durante un lancio di addestramento, non esitò a lanciarsi per salvare un giovanissimo allievo in gravi difficoltà nella manovra di apertura del paracadute. Per tale gesto, oltre ad essere nei cuori dei familiari e dell’intera cittadinanza sandonatese, fu insignito della Medaglia al Valore Aeronautico da parte del Presidente della Repubblica. Oggi, il grande cuore del caro Maurizio, vive simbolicamente in Piergiorgio.

Caterina Paglia

SOCIAL
LE PIU' LETTE