Aggiornato alle: 09:41 di 22 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Rubriche

Diritto – Il nuovo reato di “omicidio stradale”: reale necessità o superfetazione normativa..?

 ULTIME RUBRICHE
  • Sora – Vincenzo Mormile E’ venuto a mancare all’improvviso all’affetto dei suoi cari, venerdì 20 novembre, Vincenzo Mormile. Aveva 43 anni. Vincenzo si è spento nella sua casa di via Spinelle. E’ stato un...
  • Giorni Lieti – Congratulazioni dottor Vladimir Roscioli  Congratulazioni Dottor Vladimir Roscioli. Queste sono le grandi soddisfazioni della vita. Dopo la Triennale è arrivata anche, “La Laurea Specialistica alla Luiss ed all’Università HSE (Mosca) “. Ai tempi del...
  • Giorni Lieti – Benvenuto Christian  Grandissima gioia in casa Bruno a Cassino dov’è arrivato Christian per la grande felicità di papà Simone e mamma Mayra Yechnnich. Ai neo genitori vanno gli auguri dei nonni Patrizia,...
  • Giorni Lieti – Antonella Paniccia  Si è brillantemente laureata in economia e gestione delle Imprese la bella e brava Antonella Paniccia di Torrice. Alla neo dottoressa vanno gli auguri del padre, l’architetto Enzo, della madre...
  • Giorni lieti – Benvenuta Melissa Fiocco rosa in casa Di Sarra. E’ nata Melissa il 14 novembre da papa Alex e mamma Annalisa Marcelli. “Finalmente una bella notizia in questo periodo non certo dei migliori....
  • Sora – Antonino Di Ruscio E’ venuto a mancare oggi Antonino Di Ruscio. Le condoglianze della comunità del Buon Consiglio. “Le parole non possono esprimere tutta la nostra profonda tristezza. Vi siamo vicini in questo...
  • IL RICORDO – Tony De Bonis, il ricordo nel giorno del suo compleanno Avrebbe compiuto oggi il suo 73 esimo compleanno il noto Regista Cinematografico Tony De Bonis. Sono state molte le sue opere che ha regalato al mondo del Cinema e dello...
  • Sora – Si è spento “Angeluc”, “l’uomo del cinema” E’ venuto a mancare Angelo Allini. Aveva 76 anni. “Ageluc” e il Supercinema, il Supercinema e “Angeluc”. Due figure che, se riportate alla mente, sembrano legate indissolubilmente. Tanto che, anche...
  • Sora – Ignazio Capobianco Il giorno 13 novembre alle ore 17,30 amorevolmente assistito dai suoi cari è venuto a mancare presso la casa di cura Villa Serena in Cassino Ignazio Capobianco di anni 70....
  • Giorni Lieti – Auguri al neo dottore Paolo Mancini  Tanti auguri al neo dottore Paolo Mancini. Il giovane da 110 e lode si è laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza Universita La Sapienza discutendo la Tesi di laurea in...
Diritto – Il nuovo reato di “omicidio stradale”: reale necessità o superfetazione normativa..?
29 Luglio
06:35 2015

Caro Lettore,

il mese scorso il Senato ha approvato il disegno di legge volto all’introduzione ed alla disciplina del nuovo reato di “omicidio stradale” (nonché di quello di “lesioni personali stradali”).

Si tratta ancora di un testo provvisorio, che – avendo subìto importanti modifiche rispetto alla formulazione precedente – dovrà tornare alla Camera per essere definitivamente approvato e, dunque, per poter entrare in vigore (verosimilmente entro fine anno).

Le principali “novità” contenute nel disegno di legge atterrebbero all’inserimento nel codice penale – dopo l’articolo 589 c.p., disciplinante l’omicidio colposo – di due ulteriori fattispecie delittuose (artt. 589-bis e 589-ter c.p.): l’art. 589-bis c.p. prevedrebbe la pena della reclusione da otto a dodici anni per l’omicidio colposo commesso dal conducente che guidi in stato di ebbrezza alcolica (con un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro) o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, con una diminuzione di pena (da sette a dieci anni di reclusione) se l’omicidio colposo stradale dovesse essere commesso dal conducente in stato di ebbrezza alcolica con tasso alcolemico superiore a 0,8 ma non superiore a 1,5 grammi per litro, ovvero da colui il quale dovesse procedere «in un centro urbano ad una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita»; l’art. 589-ter c.p. introdurrebbe invece una circostanza aggravante, posto che in caso di fuga del conducente la pena detentiva potrebbe essere aumentata da un terzo alla metà.

Orbene, è notorio come l’introduzione di una tale nuova fattispecie delittuosa sia stata “sponsorizzata” – per non dire, determinata – dalle spinte promananti da diverse associazioni civili (su tutte, l’A.I.F.V.S. – Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada), nonché dal fondamentale intervento di forze ed esponenti politici piuttosto trasversali: alla stessa stregua, la notizia relativa all’approvazione del citato disegno di legge ha trovato vastissimi consensi nell’opinione pubblica, probabilmente convinta che – nel nostro ordinamento penalistico – l’omicidio colposo conseguente ad un sinistro stradale sia (e sia stato) trattato dal legislatore senza particolari accorgimenti.

Così, tuttavia, non è.

leggeEd infatti, l’attuale assetto normativo risulta congegnato nel senso di prevedere – al comma 2 dell’art. 589 c.p. (quello, giova ribadirlo, dedicato alla disciplina dell’omicidio colposo) – che se la morte di una persona è cagionata «con violazione delle norme della disciplina della circolazione stradale […] la pena è della reclusione da due a sette anni»: si noti, peraltro, che il limite edittale massimo di pena è stato modificato in peius nel 2008, quando il d.l. n. 92/2008 lo innalzava da cinque a sette anni di reclusione. A ciò si aggiunga che lo stesso d.l. n. 92/2008 inseriva nell’art. 589 c.p. il comma terzo, in virtù del quale – laddove la morte di un soggetto sia cagionata da un conducente che guidi in stato di elevata ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti – «si applica la pena della reclusione da tre a dieci anni».

E’ parso utile riportare l’attuale quadro normativo non solo per poterlo confrontare con le “novità” che verrebbero introdotte dal predetto disegno di legge, ma anche – e soprattutto – per poter constatare come le innovazioni non sembrino poi così epocali, a meno che non si voglia ritenere che (ad esempio) l’innalzamento da dieci a dodici anni quale limite edittale massimo fungerà da spauracchio talmente forte da scoraggiare o impedire ex se l’assunzione di sostanze alcoliche prima di mettersi alla guida.

Chi scrive, a costo di attirarsi critiche ed improperi, ritiene che la soluzione all’annoso e drammatico problema delle morti “stradali” non possa restare ancorata al mero innalzamento dei limiti di pena o alla diversa formulazione delle fattispecie incriminatrici connesse a tali tragici eventi; ciò anche perché, ragionando in termini più astratti e generali, il sottoscritto resta convinto che gli interventi legislativi dettati non da una attenta ed approfondita disamina socio-economica, ma da spinte essenzialmente “popolari”, finiscano spesso per non risolvere le questioni di fondo e – anzi – per aggravarle.

Il rischio, infatti, è che – una volta entrata in vigore la novità normativa di cui si tratta – ci si illuda di aver definitivamente superato il problema, magari tralasciando la cura di quelle attività che invece andrebbero inflazionate per debellare alla radice quella che risulta attualmente essere ancora – in Italia – la prima causa di morte tra i giovani tra i quindici ed i venti anni di età..!!!

Soltanto attraverso una capillare attività di formazione ed informazione tra i giovanissimi, magari organizzata mediante periodici incontri nelle scuole (sin da quelle medie) e nelle università, si può sperare di ottenere risultati soddisfacenti nel medio-lungo periodo; diversamente, a parere di chi scrive, un “freddo” intervento normativo (peraltro non così innovativo rispetto alla disciplina attuale) non potrebbe da solo apportare benefici significativi o comunque particolarmente apprezzabili.

Avv. Luigi Annunziata    

Foro di Roma

 

LE PIU' LETTE
Francesca Merolle 4 ore ago
Continuano incessantemente, anche nel territorio di competenza del Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, le attività preventive tese a garantire un’incisiva ed efficace azione di contrasto alla co…
Carlo Capone 3 ore ago
Il Comune di Ceprano ha ottenuto un finanziamento di 10 mila euro per l’acquisto di libri per la biblioteca comunale. Ne dà notizia l’Assessore alla Cultura Anna Letizia Celani comunicando l’inserimen…
Caterina Paglia 43 minuti ago
Rottura della linea adduttrice in Val Canneto, i sindaci di Settefrati, San Donato e Gallinaro ringraziano Acea Ato 5 per il pronto intervento resosi necessario in seguito alla caduta di un grosso fag…
Francesca Merolle 4 ore ago
Si è appena conclusa alla presenza dell'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato l'odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 c…
Alessandra Cinelli 5 ore ago
A denunciare lo stato di abbandono in cui versa il sentiero che conduce alla pineta sono i proprietari agricoli che non hanno potuto raggiungere i terreni nemmeno con il trattore. 'Il sentiero…
Aldo Affinati 19 minuti ago
I Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia anagnina, durante un servizio a tutto campo, a Ferentino, hanno fermato alla guida di un veicolo un 42enne di nazionalità rumena resident…
Andrea Tagliaferri 3 ore ago
Il ladro si era intrufolato nella sede di una associazione in pieno centro e stava sottraendo tubature in rame utili per i lavori di manutenzione della struttura. L'evento si è svolto la scorsa…
Francesca Merolle 6 ore ago
Nelle province si registrano 533 casi e sono tredici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Frosinone si registrano 83 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso…
Ettore Cesaritti 6 ore ago
Sono 20 i titolari di altrettante attività commerciali, artigianali e di servizi, che hanno sottoscritto la petizione indirizzata al primo cittadino affinché intervenga sulla questione: S.O.S.…
Francesca Merolle 1 ora ago
Campagna di comunicazione a cura del Centro antiviolenza Stella Polare. Quest’anno, in vista del 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la città espone i manife…