Aggiornato alle: 09:41 di 22 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

TG24.info Rubriche

Diritto – Dalla stagione delle stragi alle nuove Mafie: l’evoluzione della lotta a Cosa Nostra

 ULTIME RUBRICHE
  • Sora – Vincenzo Mormile E’ venuto a mancare all’improvviso all’affetto dei suoi cari, venerdì 20 novembre, Vincenzo Mormile. Aveva 43 anni. Vincenzo si è spento nella sua casa di via Spinelle. E’ stato un...
  • Giorni Lieti – Congratulazioni dottor Vladimir Roscioli Congratulazioni Dottor Vladimir Roscioli. Queste sono le grandi soddisfazioni della vita. Dopo la Triennale è arrivata anche, “La Laurea Specialistica alla Luiss ed all’Università HSE (Mosca) “. Ai tempi del...
  • Giorni Lieti – Benvenuto Christian Grandissima gioia in casa Bruno a Cassino dov’è arrivato Christian per la grande felicità di papà Simone e mamma Mayra Yechnnich. Ai neo genitori vanno gli auguri dei nonni Patrizia,...
  • Giorni Lieti – Antonella Paniccia Si è brillantemente laureata in economia e gestione delle Imprese la bella e brava Antonella Paniccia di Torrice. Alla neo dottoressa vanno gli auguri del padre, l’architetto Enzo, della madre...
  • Giorni lieti – Benvenuta Melissa Fiocco rosa in casa Di Sarra. E’ nata Melissa il 14 novembre da papa Alex e mamma Annalisa Marcelli. “Finalmente una bella notizia in questo periodo non certo dei migliori....
  • Sora – Antonino Di Ruscio E’ venuto a mancare oggi Antonino Di Ruscio. Le condoglianze della comunità del Buon Consiglio. “Le parole non possono esprimere tutta la nostra profonda tristezza. Vi siamo vicini in questo...
  • IL RICORDO – Tony De Bonis, il ricordo nel giorno del suo compleanno Avrebbe compiuto oggi il suo 73 esimo compleanno il noto Regista Cinematografico Tony De Bonis. Sono state molte le sue opere che ha regalato al mondo del Cinema e dello...
  • Sora – Si è spento “Angeluc”, “l’uomo del cinema” E’ venuto a mancare Angelo Allini. Aveva 76 anni. “Ageluc” e il Supercinema, il Supercinema e “Angeluc”. Due figure che, se riportate alla mente, sembrano legate indissolubilmente. Tanto che, anche...
  • Sora – Ignazio Capobianco Il giorno 13 novembre alle ore 17,30 amorevolmente assistito dai suoi cari è venuto a mancare presso la casa di cura Villa Serena in Cassino Ignazio Capobianco di anni 70....
  • Giorni Lieti – Auguri al neo dottore Paolo Mancini  Tanti auguri al neo dottore Paolo Mancini. Il giovane da 110 e lode si è laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza Universita La Sapienza discutendo la Tesi di laurea in...
Diritto – Dalla stagione delle stragi alle nuove Mafie: l’evoluzione della lotta a Cosa Nostra
26 Maggio
08:48 2015

 

Caro Lettore,

si è celebrato nei giorni scorsi il ventitreesimo anniversario della strage di Capaci, nella quale – il 23 maggio 1992, a causa di un vile attacco terroristico realizzato dagli allora vertici di Cosa Nostra – persero la vita il magistrato Giovanni Falcone, la compagna Francesca Morvillo e tre agenti della scorta.

Questo terribile episodio, oltre a costituire ancora oggi una macchia indelebile per un ordinamento statale che aspiri a risultare realmente democratico e liberale, ha certamente rappresentato il punto di non ritorno nella guerra tra Stato a Mafia: ebbene, al di là delle giustissime celebrazioni alle quali abbiamo assistito nei giorni scorsi ed alle quali hanno partecipato migliaia di giovani desiderosi di gridare il proprio disprezzo verso l’illegalità, ritengo sia il caso di interrogarsi sul percorso seguito dallo Stato negli ultimi ventitré anni per combattere la Mafia.

Un primo dato certamente significativo attiene ad una semplice constatazione, per cui – già da diversi anni – la “stagione delle stragi” sembra essere terminata: i più “maliziosi” potrebbero però affermare che tale interruzione sia stata determinata non da un efficace intervento legislativo, bensì dai “benefici” apportati dalla c.d. “trattativa Stato-Mafia”, la cui esistenza è stata recentemente ipotizzata dalla Procura della Repubblica di Palermo (senza, tuttavia, positivi riscontri processuali).

A prescindere dall’adesione ad una tale tesi “dietrologica” (la cui eventuale veridicità dovrà essere accertata dall’Autorità Giudiziaria), una riflessione che – a parere di chi scrive – deve compiersi attiene alle modificazioni intercorse all’interno di quel peculiare organismo che identifichiamo con il nome di “Mafia”: in primo luogo, infatti, non ci si può esimere dal segnalare la diversificazione (territoriale e non) che ha portato alla creazione negli ultimi anni di tanti piccoli/medi centri di interessi illeciti di stampo mafioso, tant’è che – oggi – occorre parlare di Mafie, anziché di Mafia; proprio la minor portata di tali micro-organizzazioni criminali ha determinato l’impossibilità strutturale di replicare una “stagione delle stragi”; inoltre, il progresso tecnologico e la diversificazione degli interessi illeciti perseguiti hanno fatto sì che le nuove Mafie abbandonassero l’antico obiettivo legato al “mero” controllo del territorio, per spostare i propri desiderata sulla realizzazione di business variegati ed – apparentemente – legali.

Dal quadro appena sinteticamente dipinto parrebbe che l’incidenza delle Mafie sia diminuita – o comunque si sia attenuata, diversificandosi – solo in conseguenza di “genetiche” modificazioni interne a tale apparato criminale; in realtà, così non è.

Avv.-Luigi-AnnunziataVa infatti dato atto al Legislatore degli ultimi ventitré anni di aver promosso l’entrata in vigore di discipline e normative risultate di grande efficacia nella lotta alla Mafia ed ai suoi affiliati: dall’introduzione e dall’implementazione delle misure di prevenzione patrimoniali e personali (ossia, misure special-preventive che consentono di limitare la libertà personale o – soprattutto – di sequestrare e confiscare beni di sospetta provenienza illecita anche a prescindere da un positivo esito processuale a carico del soggetto che subisca tali privazioni) alla istituzione nel 2010 dell’A.N.B.S.C. (Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata), si è trattato di interventi certamente utili a contrastare le nuove Mafie.

Ciò detto, tanto si sarebbe potuto fare e non si è fatto, tanto si sarebbe potuto fare diversamente, tantissimo andrà ancora fatto per implementare e migliorare le strategie di contrasto legale alla criminalità organizzata.

Certamente arduo sarà il compito del Legislatore del futuro prossimo, posto che – come già accennato – il progresso tecnologico rende ancor più insidiosi i moderni metodi mafiosi, ben più raffinati e strutturati di quelli che ancora oggi ritroviamo nell’immaginario collettivo (si pensi, ad esempio, alla tradizionale richiesta del “pizzo” a domicilio, che – seppur ancora presente in determinate aree del Paese – non rappresenta più il fulcro della moderna attività criminale di stampo mafioso).

Va da sé, dunque, che all’evoluzione del metodo mafioso dovrà necessariamente seguire la sofisticazione delle tecniche di lotta senza tregua a quello che resta un vero e proprio cancro che affligge da tempo immemore il nostro amato Paese…

 

Avv. Luigi Annunziata

Foro di Roma

Foto dal web

 

LE PIU' LETTE
Carlo Capone 3 ore ago
Il Comune di Ceprano ha ottenuto un finanziamento di 10 mila euro per l’acquisto di libri per la biblioteca comunale. Ne dà notizia l’Assessore alla Cultura Anna Letizia Celani comunicando l’inserimen…
Francesca Merolle 6 ore ago
Nelle province si registrano 533 casi e sono tredici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Frosinone si registrano 83 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso…
Francesca Merolle 5 ore ago
Si è appena conclusa alla presenza dell'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato l'odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 c…
Aldo Affinati 20 minuti ago
I Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia anagnina, durante un servizio a tutto campo, a Ferentino, hanno fermato alla guida di un veicolo un 42enne di nazionalità rumena resident…
Francesca Merolle 1 ora ago
Campagna di comunicazione a cura del Centro antiviolenza Stella Polare. Quest’anno, in vista del 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la città espone i manife…
Andrea Tagliaferri 3 ore ago
Il ladro si era intrufolato nella sede di una associazione in pieno centro e stava sottraendo tubature in rame utili per i lavori di manutenzione della struttura. L'evento si è svolto la scorsa…
Alessandra Cinelli 5 ore ago
A denunciare lo stato di abbandono in cui versa il sentiero che conduce alla pineta sono i proprietari agricoli che non hanno potuto raggiungere i terreni nemmeno con il trattore. 'Il sentiero…
Francesca Merolle 4 ore ago
Continuano incessantemente, anche nel territorio di competenza del Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, le attività preventive tese a garantire un’incisiva ed efficace azione di contrasto alla co…
Caterina Paglia 45 minuti ago
Rottura della linea adduttrice in Val Canneto, i sindaci di Settefrati, San Donato e Gallinaro ringraziano Acea Ato 5 per il pronto intervento resosi necessario in seguito alla caduta di un grosso fag…
Ettore Cesaritti 6 ore ago
Sono 20 i titolari di altrettante attività commerciali, artigianali e di servizi, che hanno sottoscritto la petizione indirizzata al primo cittadino affinché intervenga sulla questione: S.O.S.…