Aggiornato alle: 12:31 di Lunedi 20 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Roma – Rapinano farmacia e cercano di scappare in metro

 ULTIME NOTIZIE
Roma – Rapinano farmacia e cercano di scappare in metro
17 Maggio
14:01 2019
Ad esito delle incessanti ricerche scattate appena dopo la segnalazione di una rapina consumata in una farmacia di via Appia Nuova, i Carabinieri della Stazione Roma Appia hanno fermato due rapinatori mentre tentavano di far perdere le proprie tracce nel Terminal Anagnina. Si tratta di un 20enne di Frascati, senza occupazione e con precedenti, arrestato con l’accusa di rapina in concorso e un 34enne di Marino, denunciato a piede libero con la stessa accusa.

Quasi ad ora di chiusura della farmacia, il 20enne, con volto parzialmente travisato, è entrato all’interno e, armato di taglierino, ha minacciato l’addetta al banco facendosi consegnare l’incasso della giornata, per poi fuggire a piedi. Scattata la segnalazione tramite 112, la Centrale Operativa del Gruppo Carabinieri Roma ha inviato sul posto diverse pattuglie, del Nucleo Radiomobile di Roma e delle Compagnie Roma Casilina e Roma Piazza Dante, che, dopo aver acquisito le informazioni e le descrizioni del rapinatore, hanno iniziato minuziose ricerche in zona.

L’attività ha permesso di rintracciare, dopo circa 30 minuti, il 20enne, unitamente al complice, all’interno del Terminal Anagnina, sulla banchina della fermata metro dove era stata allertata anche la pattuglia mista, formata da Carabinieri e militari dell’Esercito dell’11° Reggimento Bersaglieri del Raggruppamento Lazio-Abruzzo a guida Brigata “Sassari”, impegnata nel servizio di “Strade Sicure” presso il nodo di scambio.

Il giovane è stato identificato, come confermato dal personale della farmacia e dalle immagini di videosorveglianza interne al negozio, per gli abiti indossati durante la rapina, ed è stato arrestato. Portato in caserma è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Nelle tasche del 45enne, invece, i Carabinieri hanno rinvenuto l’intera refurtiva, di 1.160 euro, subito restituita all’esercizio commerciale. L’uomo è stato denunciato, ma su di lui proseguono le indagini dei Carabinieri al fine di verificare l’esatto ruolo nel reato.

(fonte: Comunicato Stampa)

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE