Roma – Ancora un premio al libro “Zucchero Filato” scritto da Valentina Pelliccia | TG24.info
Aggiornato alle: 11:54 di 19 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Roma – Ancora un premio al libro “Zucchero Filato” scritto da Valentina Pelliccia

 ULTIME NOTIZIE
Roma – Ancora un premio al libro “Zucchero Filato” scritto da Valentina Pelliccia
12 Gennaio
16:33 2021

 

 

La giornalista e scrittrice Valentina Pelliccia, con il suo romanzo “Zucchero Filato”, è stata premiata anche nella sezione Narrativa del secondo Concorso Letterario “Tre Colori”.

Il Concorso si è svolto all’interno della XXII edizione del Festival Internazionale cinematografico “Inventa un Film”, ideato e diretto da Ermete Labbadia. La particolarità di questa opera letteraria è che continua a classificarsi ai primi posti di prestigiosi concorsi di narrativa edita nonostante siano passati ben…17 anni. “Zucchero Filato”, infatti, ha vinto la VII edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Valerio Gentile” nel 2004 e, di conseguenza, è stato pubblicato con Schena Editore. E’ stato distribuito a livello nazionale da case editrici importanti, tra le quali Mondadori e Feltrinelli. Un’altra particolarità è proprio questa: il romanzo non è stato pubblicato direttamente da una Casa editrice, bensì è stato prima premiato da una giuria di Professori universitari, scrittori e persone che ricoprono ruoli noti nell’ambito culturale. Solo in seguito è stato pubblicato. E’ questo l’aspetto che conferisce ulteriore prestigio all’opera stessa. Valentina Pelliccia ha scritto “Zucchero Filato” a soli 18 anni. Il Professor Pietro Magno ha spiegato così l’importanza del libro: “Questo romanzo riesce a pervenire al simplex et unum oraziano (Ars poet,23), condizione ancora valida per stabilire quanto un’opera risponda a canoni di compattezza. “Zucchero filato” lo dimostra, nonostante ci troviamo di fronte a una scrittura di una ragazza di diciotto anni. Quando io noto una scrittura giovanile la considero un buon segno di successiva maturazione: è un punto di partenza. Gli anni stessi ti porteranno a non essere più “audax iuventa”, ovvero “giovinezza ardimentosa” nel campo delle lettere, secondo la definizione usata da Virgilio. Acquisterai invece sempre più quella capacità di scrittura che viene data dalla meditazione, dalle pause, però occorre che ci sia questo passaggio.
Penso di essere stato abbastanza esauriente nell’avere spiegato i motivi che hanno convinto la commissione a ritenere Valentina Pelliccia vincitrice della settima edizione del Premio nazionale di narrativa “Valerio Gentile” con il suo romanzo “Zucchero filato”. Sempre secondo il Professor Pietro Magno: ” Ci troviamo di fronte ad un libro in apparenza semplice, chiaro, lineare, tanto che riesce a recuperare la funzione della trama. Però, leggendolo più attentamente, vi si notano delle forme stilistiche complesse. La sua struttura, infatti, ricorda le cadenze tipiche della tragedia classica. Come modello narrativo ricorda il quarto libro dell’Eneide di Virgilio, in cui l’evolversi dello sfortunato e, soprattutto, impossibile amore di Didone verso Enea è presentato secondo le cadenze tipiche del dramma”. “Zucchero Filato” si è classificato anche al secondo posto nella sezione “Opere edite” del concorso di “Creatività letteraria 2012”. Nel 2019 Valentina Pelliccia, inoltre, con la sua poesia “Se ti stringo forte la mano” (dedicata al nonno, purtroppo venuto a mancare qualche anno prima e a cui la scrittrice era molto legata) si è classificata al primo posto del Concorso abbinato all’Antologia di Poesie n.21, la cui finalità è quella di documentare il fermento letterario contemporaneo. Siamo curiosi di leggere il suo prossimo romanzo! Nel frattempo Valentina si è specializzata in ambito legale; infatti, dopo la laurea, dopo il praticantato forense presso un prestigioso Studio Legale di Roma, attualmente, all’età di 34 anni, è Consulente Legale all’interno della Direzione Generale di un prestigioso Istituto bancario. Ha acquisito competenze anche nell’ambito della Comunicazione: è Giornalista iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti e Collaboratrice Giornalistica del Quotidiano IL TEMPO. Continua a conseguire titoli di studio (un’altra sua passione, dopo l’orario lavorativo, è lo studio), perché ritiene che la formazione debba essere continua, sia a livello personale e sia per costituire un valore aggiunto nella realtà lavorativa in cui è inseriti. Così, ha conseguito Master della SDA Bocconi e 24Ore Business School nel settore della Comunicazione e Media Relations e Corsi post laurea in Public Affairs, Media & Legal Affairs, Lobbying & Advocacy, Relazioni Istituzionali e Comunicazione Politica. A questi studi si aggiunge anche un Corso della Harvard University (“U.S. Political Institutions: Congress, Presidency, Courts, and Bureaucracy”) e la partecipazione al Convegno Internazionale del Professor Daniel Goleman (“Emotional Intelligence”). Ricopre, altresì, il ruolo di Vicepresidente di un’importante Associazione Culturale e di sviluppo professionale all’interno di una nota Università di Roma. Sentiremo ancora parlare di lei e del suo talento come scrittrice e giovane professionista.

Jackal

  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS