Roccasecca – Sacco sul problema rifiuti: “Altri impianti? No, abbiamo già dato” | TG24.info
Aggiornato alle: 22:12 di Mercoledi 20 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Roccasecca – Sacco sul problema rifiuti: “Altri impianti? No, abbiamo già dato”

 ULTIME NOTIZIE
Roccasecca – Sacco sul problema rifiuti: “Altri impianti? No, abbiamo già dato”
30 Settembre
19:29 2016

 

 

“Roccasecca ha già dato”. Non usa mezzi termini il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco in merito alla eventualità che sul territorio del suo comune, ma anche dei centri limitrofi, possa essere sistemato un nuovo impianto di smaltimento dei rifiuti. Proprio in questo periodo, infatti, è in corso il procedimento di individuazione dei siti idonei alla localizzazione di impianti per lo smaltimento in provincia. Per questo motivo, per far sentire forte la voce della comunità che rappresenta, il Sindaco Sacco ha scritto al  Ministro dell’Ambiente, al Presidente della Regione Lazio, all’Assessore all’Ambiente  della Regione Lazio, alla Commissione Ambiente e al Presidente delle Provincia di Frosinone.

Sacco ha chiesto esplicitamente che  le istituzioni interpellate possano adoperarsi per escludere  definitivamente Roccasecca e comunque tutto il territorio del basso Lazio dall’ipotesi di nuovi insediamenti per la lavorazione di rifiuti. E che, inoltre,  si escluda definitivamente l’ipotesi di ampliamenti di quelli già esistenti che vanno definitivamente chiusi. Si legge nella lettera: <Il Basso Lazio vive una condizione ambientale drammatica dovuta, tra l’altro, ad un uso del suolo irresponsabile, anche in ragione della presenza di diversi insediamenti industriali, di diversi impianti di trattamento e gestione rifiuti ed in ragione di politiche di mobilità e di trasporto prive di necessaria progettualità. Questo è un territorio sottoposto al ristagno delle masse d’aria, con inversione termica e quindi con difficoltà di ricambio generale dell’aria. Per questi motivi che per iniziativa del Comune di Roccasecca è stato costituito il Coordinamento dei Sindaci per le politiche ambientali, nato con l’intento di  contribuire a definire gli indirizzi relativi alla tutela dell’ambiente e della salute>. Sacco ricorda la situazione del suo comune: <Proprio in quanto già sede di discarica e comunque situata a ridosso del TMB della Saf di Colfelice, che le conseguenze peggiori in termini di salubrità dell’ambiente e di disagio per le popolazioni sono patite dal Comune di Roccasecca. Motivo di forte disagio tra la popolazione costretta da anni a tapparsi in casa, con la preoccupazione anche sull’entità e sulla eventuale pericolosità delle esalazioni>.  Sacco ricorda anche i risultati dell’ultimo rapporto Arpa: <L’ultimo rapporto ARPA è sintomatico di un territorio già esposto che necessiterebbe già da subito di un processo di bonifica e ripristino ambientale ovviamente inconciliabile con qualsivoglia ipotesi di aggravamento. Del resto ormai è notorio che Roccasecca è sede di discarica da oltre 10 anni, i cittadini sono esausti, le rimostranze per la persistenza dei miasmi sono giornaliere.  La viabilità è ormai saturata dalla presenza di decine di tir che ogni giorno percorrono le strade comunali, disperdono rifiuti e soprattutto liquami assimilabili al percolato>. Conclude il Sindaco Sacco: <E’ ora di tornare si ad investire, ma sulla salubrità del territorio in modo da restituire, finalmente, alle sue popolazioni le condizioni minime di vivibilità>. CAP

  •  

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS