Regione – I medici di famiglia chiedono condivisione per organizzare la vaccinazione anti Covid | TG24.info
Aggiornato alle: 21:26 di Venerdi 14 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Regione – I medici di famiglia chiedono condivisione per organizzare la vaccinazione anti Covid

 ULTIME NOTIZIE
Regione – I medici di famiglia chiedono condivisione per organizzare la vaccinazione anti Covid
15 Aprile
18:03 2021

 

 

Il Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani ha sottoscritto recentemente accordi con la Regione Lazio sulla vaccinazione anti Covid, per raggiungere l’ottimale immunizzazione della popolazione regionale del Lazio.

A tal proposito i dottori però sottolineano che è necessario conoscere quante dosi e quale tipo di vaccino saranno distribuite ai Medici di Medicina Generale nelle prossime settimane. I medici hanno scritto all’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, al direttore regionale Salute e Integrazione sociosanitaria, Giovanni Annichiarico e al dirigente dell’area Rete integrata del Territorio, Antonio Mastromattei per conoscere anche i tempi certi in cui le dosi di vaccino saranno distribuite per procedere alla programmazione degli appuntamenti dei pazienti non ancora vaccinati. In particolar modo dei pazienti estremamente vulnerabili, dei fragili e degli ultra-80enni da vaccinare a domicilio. Per procedere rapidamente è necessario che i MMG possano accedere all’AVR per conoscere i pazienti già vaccinati, procedura che risulta attualmente impossibile per mancata possibilità di visionare tali dati. I dottori chiedono di conoscere i tempi di attuazione degli accordi sottoscritti, per il coinvolgimento da parte della Regione Lazio tramite le ASL, dei Medici di Medicina Generale (Assistenza Primaria, Continuità assistenziale e Medicina dei servizi) che hanno dato la propria disponibilità a vaccinare nei Centri vaccinali appositamente organizzati dalle ASL, di grandi e medie dimensioni, che si stanno organizzando o sono già operativi nel Lazio. Si sottolinea ancora una volta che i Medici di Medicina Generale del Lazio sono in estrema difficoltà nel procedere alla vaccinazione dei propri pazienti, per indeterminata, incostante e spesso mancata consegna dei vaccini prenotati. I MMG chiedono riguardo alle dosi di richiamo dei vaccini già somministrati, che vi sia la calendarizzazione delle consegne, che dovranno essere certe ed alle scadenze programmate. Chiedono incremento significativo della fornitura dei vaccini da somministrare, dalle attuali 6-12 dosi a settimana, ad un numero di almeno 60-70 dosi settimanali. Per raggiungere una efficace copertura anticorpale nella popolazione già vaccinata, è imprescindibile e necessaria una ottimale organizzazione del prosieguo della Campagna Vaccinale Regionale.

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS