Aggiornato alle: 15:05 di Mercoledi 5 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Regione – Fondi, un evento straordinario sulla spiaggia sorprende i passanti

 ULTIME NOTIZIE
Regione – Fondi, un evento straordinario sulla spiaggia sorprende i passanti
07 Luglio
14:02 2020
Nessuno dei residenti ricorda a memoria una circostanza analoga: una tartaruga ha raggiunto il litorale di Fondi per deporre le sue uova. È successo nella serata dello scorso sabato: poco prima della mezzanotte un gruppo di ragazzi stava facendo una passeggiata sull’arenile quando hanno notato il lento spostamento di una tartaruga appartenente alla specie “caretta caretta”.

Il rettile marino stava deponendo le sue uova, proprio sulla spiaggia di Tumulito. I giovani, con estrema discrezione e sensibilità, hanno atteso che la tartaruga completasse il nido per poi fare ritorno in mare, dopodiché hanno circoscritto l’area con ciò che hanno trovato nei dintorni e segnalato la circostanza alle autorità competenti. La prontezza del gruppo di giovani ha salvato le uova: immediatamente attivatasi l’associazione “Tartalazio”, in collaborazione con i Carabinieri Forestali, la stazione zoologica “Anton Dohrn” di Napoli ed il Comune di Fondi, che hanno opportunamente messo in sicurezza il sito ed emanato apposita ordinanza. Le disposizioni del documento, pubblicato nella giornata di ieri, indicano l’atteggiamento da tenere per tutelare la nidificazione della tartaruga marina ed il divieto assoluto di danneggiamento del luogo di riproduzione, così come previsto dal regolamento per la protezione della fauna selvatica. Il presidio resterà delimitato fino al termine della schiusa delle uova e sarà monitorato e sorvegliato dalla Guardia Costiera e dalla Polizia Locale, coadiuvati dagli esperti della stazione zoologica “Anton Dohrn” di Napoli.
Sulla rete che protegge il nido c’é un accorato appello《Le tartarughe marine sono animali in via di estinzione per cui vanno tutelate. Si prega di non manomettere la struttura ed attenersi a tutte le regole indicate, al fine di non causare la morte dei piccoli. Grazie per la collaborazione. Aiutateci a salvare le tartarughe》. Si ricorda che chiunque non osservi le norme dettate nell’ordinanza diramata per la tutela del nido, sarà perseguito come previsto.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE