Aggiornato alle: 14:15 di Lunedi 24 Giugno 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Regione – Crisi occupazionale, Bianchi: “32 milioni per lavoratori sono risposta concreta”

 ULTIME NOTIZIE
Regione – Crisi occupazionale, Bianchi: “32 milioni per lavoratori sono risposta concreta”
10 Novembre
10:31 2016
“Trentadue milioni di euro per il sostegno al reddito per i dipendenti delle aziende in crisi e il reinserimento dei lavoratori. E’ questo il risultato portato a casa dalla Regione Lazio con l’accordo siglato dall’Assessore al Lavoro Valente insieme ai sindacati a seguito del riconoscimento di area di crisi complessa della Provincia di Frosinone. Le risorse potranno essere spese in via prioritaria, oltre che per le aree terremotate, per le province di Frosinone e Rieti. Si interverrà con l’estensione di un anno sia della cassaintegrazione e che della mobilità, oltre a interventi di politica attiva per il reinserimento lavorativo”. Così Daniela Bianchi, consigliera Regionale indipendente del gruppo “SI-SEL” del Lazio commenta la sigla delll’accordo tra l’assessore al Lavoro, Pari opportunità e Personale, Lucia Valente, le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali legato al decreto legislativo 185/2016 legato alla definizione di Area di Crisi Complessa della Provincia di Frosinone.

“Al di là delle tante polemiche – dice ancora Bianchi – molte volte strumentali di chi alza i toni senza avanzare proposte, e delle giuste preoccupazioni di chi non trova lavoro o rischia di perdere il reddito, la Regione dimostra di saper ascoltare i territori e fare tutto il possibile per combattere l’emergenza. Certo, il problema occupazionale resta, ma questo intervento, insieme ai 400 bonus assunzione attivati e al progetto industriale da 48 milioni legato all’Accordo di Programma dimostrano che è possibile invertire la rotta.

I prossimi anni saranno decisivi, e dovremmo essere bravi a mettere in campo un piano di riconversione industriale per la Provincia di Frosinone in grado di dare lavoro. Il riconoscimento dell’area di crisi complessa ci permette di accelerare in questo progetto ed accedere a nuove risorse”.

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE