Regione – Approvato il Piano Assetto della Riserva Naturale di Acquafredda | TG24.info
Aggiornato alle: 10:42 di Sabato 6 Marzo 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Regione – Approvato il Piano Assetto della Riserva Naturale di Acquafredda

 ULTIME NOTIZIE
Regione – Approvato il Piano Assetto della Riserva Naturale di Acquafredda
14 Gennaio
11:11 2021

 

 

 

Martedì scorso è stato approvato il Piano d’Assetto Riserva Naturale Acquafredda grazie all’opposizione consiliare. La maggioranza presente solo con un consigliere ha rischiato di far mancare il numero legale. Si tratta di un importante risultato che ferma le speculazioni edilizie nella zona e permette la lavorazione dei terreni attraverso una diversificazione agricola nel rispetto della tutela dell’area verde. Votata in Commissione la proposta per l’istituzione del Monumento Naturale di Valle S. Angelo a Morolo.

La Riserva Naturale Regionale Tenuta di Acquafredda fa parte del sistema ambientale Ponte Galeria – Arrone, situato nel settore nord-ovest di Roma. Si tratta di un antico possedimento dei monaci di San Pancrazio. La Riserva prende il nome dalla freschezza delle acque del fosso della Magliana, dove si fermò il re dei Goti Totila nell’anno 547 quando conquistò Roma.

Queste le parole del presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente della Regione Lazio e consigliere regionale, Valerio Novelli: “Un grande risultato ieri in Commissione Agricoltura e Ambiente con l’approvazione del Piano d’Assetto della Riserva Naturale di Acquafredda, grazie alla responsabilità del Movimento 5 Stelle e dell’opposizione che rimangono in Commissione non facendo mancare il numero legale ed evitando il commissariamento del piano stesso. Non è accettabile rispetto ad atti così importanti che riguardano la collettività un totale disinteresse da parte di una maggioranza dalla condotta irresponsabile, che, presente con un solo consigliere, ha rischiato di far mancare il numero legale per lo svolgimento della Commissione e di far saltare quindi l’approvazione del provvedimento di un’area protetta attualmente sotto commissariamento. Entrando nel merito è stato approvato un atto che da un lato mette un freno alle speculazioni edilizie e dall’altro guarda allo sviluppo sostenibile dell’area, abbiamo messo le basi per consentire agli imprenditori agricoli di diversificare la propria attività nel rispetto della tutela dell’area verde e, con l’abrogazione del progetto scheda 9, si pone uno stop deciso al rischio di una speculazione edilizia di oltre 180mila metri cubi sui terreni Apsa (Amministrazione Patrimonio Sede Apostolica).  Con l’ok al provvedimento di ieri arriviamo al quinto piano d’assetto approvato dalla Commissione presieduta dal M5S e al quinto monumento naturale che viene istituito in questa legislatura. Sempre nella Commissione di ieri, infatti, abbiamo votato anche l’istituzione del Monumento Naturale di Valle S. Angelo a Morolo. Sono risultati mai raggiunti prima, da quando sono state istituite le aree naturali protette, segno della forte impronta ambientalista della Commissione. Ora il prossimo passaggio sarà l’approvazione del Piano d’Assetto in Consiglio Regionale così da mettere definitivamente sotto tutela un’area naturale importantissima della nostra Regione”.

Anna Ammanniti

 

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com