Provincia – Turismo, Magliocchetti scrive alla Pisana: “Creare un marchio turistico Ciociaria” | TG24.info
Aggiornato alle: 16:33 di Sabato 12 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Provincia – Turismo, Magliocchetti scrive alla Pisana: “Creare un marchio turistico Ciociaria”

 ULTIME NOTIZIE
Provincia – Turismo, Magliocchetti scrive alla Pisana: “Creare un marchio turistico Ciociaria”
10 Giugno
19:31 2021

 

 

Il consigliere Danilo Magliocchetti lancia l’idea di un marchio turistico dedicato alla Ciociaria e interpella i vertici regionali. Ecco il contenuto della sua missiva alla Pisana.

Preg.mo Assessore,

ho avuto modo di apprezzare l’ultima misura, “più notti più sogni” da 10 milioni di euro, finanziata dalla Giunta regionale, per favorire l’arrivo e la permanenza dei turisti, con 1 o 2 notti aggiuntive di pernottamento in strutture ricettive pagate dalla Regione, e rendere più competitivo il territorio Laziale, dalla Capitale alla Città metropolitana toccando tutte le province di Frosinone, Rieti, Viterbo e Latina e allo stesso tempo valorizzando nuove destinazioni.

Una iniziativa senza dubbio meritevole. Tuttavia, è assolutamente indispensabile veicolare e promuovere oltremodo i territori laziali, in particolar modo per incentivare la ripresa turistica dopo il Covid, al fine di renderli maggiormente conosciuti e quindi attrattivi per il grande pubblico.

In pratica, bisogna dare un motivo ed una seria opportunità ai turisti di visitare e quindi soggiornare, non solo a Roma, ma anche nelle altre realtà del Lazio.

Per la Provincia di Frosinone, penso ad un vero e proprio marchio turistico di qualità Ciociaria, che servirà a promuovere il territorio, le iniziative, i prodotti tipici, ma anche il Turismo d’arte e cultura, il Turismo del gusto (enogastronomia e produzioni tipiche, artigianato), il Turismo religioso, o il Turismo del welness.

Vede Assessore, uno dei punti di forza della Ciociaria è rappresentata dalla forte eterogeneità dell’offerta turistica, forse una delle più complete del centro Italia, in grado di rispondere a molteplici bisogni turistici.

E le fornisco, per le Sue opportune riflessioni, degli esempi concreti.

La vicinanza con Roma e Napoli. Frosinone quindi potrebbe essere inserita in pacchetti turistici che prevedono visite e soggiorni nella Capitale e nella Città partenopea.

Le fermate TAV di Frosinone e Cassino, quindi trasporti ferroviari ultraveloci. A tal fine si potrebbe attivare una convenzione con Trenitalia, così come fatto per la Città di Spoleto. Senza considerare i vantaggi rappresentati dall’autostrada.

La vicinanza con la montagna, oltre che con il mare.

L’offerta del turismo d’arte e cultura, penso ad esempio, ad Anagni, Alatri, Frosinone, Ferentino, Arpino.

Le Cascate di Isola del Liri.

Il Turismo religioso con Le Abbazie di Casamari, Trisulti, Montecassino.

I Borghi con Boville Ernica, Castro dei Volsci, MSG Campano, e Pico.

Le favolose SPA di Fiuggi e Vallecorsa.

Per non parlare di tutte le eccellenze enogastronomiche Ciociare.

Come vede, le potenzialità non mancano di certo. Quello che manca, direi praticamente da sempre, è un vero e proprio piano strutturale di valorizzazione e promozione del territorio della Provincia di Frosinone, proprio ai fini turistici.

Per questo, credo che la creazione di un marchio di qualità turistica della Ciociaria, ovviamente da studiare e concordare, da parte della Regione, con tutti gli attori del territorio, ad esempio con la Camera di Commercio, la Provincia, le Associazioni di categoria, i Tour operator e ogni altro interlocutore che si riterrà utile allo scopo, possa rappresentare lo strumento per un grande ed innovativo programma turistico integrato.

Prevedendo anche la partecipazione di importanti Istituti Bancari.
In sintesi, un vero e proprio progetto di brandig della Ciociaria, da veicolare con tutti mezzi di comunicazione e diffusione, da quelli radiotelevisivi a quelli social, a quelli delle riviste specializzate, per promuovere l’offerta turistica del territorio, che potrebbe essere veramente di qualità e che non avrebbe nulla da invidiare, in futuro, con altre realtà italiane, oggi sicuramente ed oggettivamente più attrattive, anche perchè meglio organizzate e pubblicizzate.

Per questo, consapevole della Sua sensibilità per le istanze che provengono dai territori, in attesa di conoscere le Sue cortesi e gradite riflessioni in merito, nel ringraziarLa per l’attenzione, invio cordiali saluti.

Così Danilo Magliocchetti, Consigliere Comunale di Frosinone e Delegato per il Lazio al Consiglio Nazionale ANCI.

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS