Aggiornato alle: 14:05 di Lunedi 6 Luglio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Provincia – Mazzette per un posto di lavoro, dieci ciociari nel mirino della Procura

 ULTIME NOTIZIE
Provincia – Mazzette per un posto di lavoro, dieci ciociari nel mirino della Procura
30 Maggio
12:00 2020
Mazzette per un posto di lavoro, dieci ciociari indagati per traffico di influenze illecite. L’inchiesta che ha portato sul registro degli indagati circa quaranta persone è stata avviata dalla procura di Spoleto a seguito della denuncia di un privato cittadino che aveva realizzato di essere finito nella rete di personaggi senza scrupoli.

Le indagini che sono seguite hanno portato alla luce una organizzazione composta da sette persone alla cui guida si trovava un romano che millantava di essere un agente dei servizi segreti. Una personaggio che si diceva molto influente e che aveva il potere di poter far assumere tanta gente. Numerosi gli aspiranti al posto di lavoro che avrebbero versato denaro per poter essere assunti. Le mazzette variavano dalle 2 alle ottomila euro a seconda dell’importanza del posto di lavoro. Il personaggio romano organizzava gli incontri con falsi prelati o falsi funzionari i quali assicuravano ai disoccupati che dopo poco aver versato il denaro sarebbero stati assunti. E questi pur essendo vittime sono finiti anche loro sul registro degli indagati per essersi prestati a versare del denaro per ottenere un posto di lavoro. In termini legali questo reato viene definito come <traffico di influenze illecite> Una donna del capoluogo ciociaro è stata indagata per aver versato duemila euro per essere assuna nell’impresa ferroviaria privata <ItaloTreno>. Nel collegio difensivo gli avvocati Michele Nardozi e Carlo Coratti.

Mar. Ming.

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE