Provincia – Incendi, il Prefetto mette in campo esercito, aeronautica e droni | TG24.info
Aggiornato alle: 22:29 di Martedi 15 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Provincia – Incendi, il Prefetto mette in campo esercito, aeronautica e droni

 ULTIME NOTIZIE
Provincia – Incendi, il Prefetto mette in campo esercito, aeronautica e droni
31 Agosto
11:45 2017

 

 

Il Prefetto di Frosinone S.E. dott.ssa Emilia Zarrilli, nel pomeriggio di ieri, ha riunito attorno al tavolo tutte le forze in campo per contrastare il fenomeno degli incendi che stanno mettendo in seria difficoltà tutta la provincia. Proprio allo scopo di prevenire e reprimere tutti quei comportamenti che generano incendi, è stato disposto l’intervento dell’Aeronautica Militare e dell’Esercito a sostegno del già encomiabile lavoro dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile e l’uso di droni per la sorveglianza ed il controllo delle aree boschive. Al Prefetto giungono i ringraziamenti del Presidente della XV Comunità Montana Gianluca Quadrini e del vicepresidente della Provincia di Frosinone Andrea Amata.

“Un ringraziamento e un plauso all’operatività del Prefetto di Frosinone S.E. dott.ssa Emilia Zarrilli, per aver messo in campo misure di prevenzione contro gli incendi che stanno devastando il territorio, attraverso l’intervento dell’Esercito, dell’Aeronautica e dei droni“.- E’ quanto dichiara il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e Presidente della XV Comunità Montana Gianluca Quadrini in seguito all’ottenimento da parte del Prefetto Emilia Zarrilli dell’autorizzazione dal Ministro dell’Interno in accordo con il ministro della Difesa per l’intervento dell’Esercito, dell’Aeronautica e dei droni.

Le disposizioni vedranno a Supino e Guarcino l’intervento, a partire da oggi, dell’Aeronautica Militare con i Vigili del Fuoco del dipartimento ministeriale. A sud della provincia di Frosinone, nel cassinate, quello dell’Esercito da Caserta, diretto dal comando di Napoli e saranno utilizzati i droni nelle aree interessate dal fuoco, in modo da assicurare alla giustizia gli eventuali responsabili di gravi reati contro il patrimonio naturalistico provinciale.

“Nonostante gli sforzi per arginare i danni delle fiamme, – commenta Quadrini quest’anno stiamo assistendo alla distruzione del nostro patrimonio boschivo e paesaggistico in maniera eclatante per mano criminale le cui azioni vanno punite severamente. L’emergenza roghi degli ultimi giorni ha conclamato ulteriormente una lunga serie di criticità la cui soluzione può essere affrontata solo con interventi straordinari. Il nostro territorio rappresenta uno straordinario patrimonio di biodiversità e bellezza che occorre difendere e assolutamente rilanciare. Stabilire un patto virtuoso tra sviluppo e natura, tra vita sociale e territorio rappresenta una delle grandi sfide del presente e del futuro”.

“Bene la decisione del prefetto Zarrilli – dichiara il vicepresidente della Provincia di Frosinone Andrea Amata. – La situazione è talmente grave che per affrontarla sono necessarie misure straordinarie. Ora arriva l’esercito, come avevo sollecitato e richiesto nei giorni scorsi, anche aggiungendo la proposta di una taglia contro i piromani. L’auspicio è quello che i militari possano fermare le tante mani che in questi mesi hanno attentato al nostro patrimonio boschivo, oltre a sostenere l’azione dei vigili del fuoco, che vanno ringraziati per l’incessante lavoro che stanno svolgendo, insieme alla Protezione civile. Questa decisione scaturita grazie all’azione portata avanti dalla Prefettura, unita ai tanti sforzi che già stanno facendo le istituzioni locali è una risposta decisa e forte da parte dello Stato contro questi veri e propri terroristi ambientali. Anche i cittadini possono dare una mano segnalando possibili situazioni di criticità. Occorre un’azione coram populo a difesa della nostra terra .Oltre all’aspetto legato agli incendi, ora occorre pensare anche alle possibile problematiche di dissesto idrogeologico, prima dell’arrivo della stagione invernale. Infatti le piogge potrebbero creare seri danni provocando frane e smottamenti. Pensiamoci sin da ora, prima che il problema si possa presentare”.

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS